F1 | GP d’Austria, FP2: Mercedes davanti dopo il diluvio

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Austria 2016 è condizionata da una tempesta che si abbatte sul Red Bull Ring nei primi minuti della sessione. La pioggia arriva ed imperversa per più di tre quarti d’ora, con i piloti costretti ai box e gli spettatori infreddoliti per il vento forte in tribuna.

Il nuvolone si sposta poco dopo metà sessione e permette, infine, ai piloti di scendere in pista, dapprima con gomme intermedie per poi passare alle slick negli ultimi 20 minuti.

E’ ancora, però, la Mercedes a dettare legge: Nico Rosberg è ancora il più veloce con il tempo di 1:07.967 (più lento comunque rispetto a questa mattina), 19 millesimi più veloce rispetto al compagno di squadra Lewis Hamilton.

Buono il terzo tempo di Nico Hulkenberg, a sei decimi da Rosberg, davanti a Sebastian Vettel autore di un’uscita di pista anomala nel finire della sessione. I freni posteriori si bloccano all’inizio della frenata per la seconda curva e la SF16-H termina la sua corsa nella ghiaia.

Quinto tempo per Ricciardo con la Red Bull, seguito da Carlos Sainz con la Toro Rosso e Max Verstappen con l’altra Red Bull. Ottavo Kimi Raikkonen con la seconda Ferrari, seguito da Valtteri Bottas e Jenson Button con la Mclaren, primo pilota sopra il secondo di distacco.

Seguono i tempi di sessione.

photo_2016-07-01_15-34-10

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE