F1 | GP d'Austria 2019: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

F1
GP d'Austria 2019: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

Leclerc in pole, al suo fianco Verstappen. Hamilton sale 4°. Pioggia di penalità e un po' di confusione di 30 Giugno 2019, 13:32

Segue la griglia di partenza del Gran Premio d'Austria 2019, nono appuntamento della stagione 2019 di Formula 1 che scatterà alle ore 15.10 sul Red Bull Ring di Spielberg, in diretta su Sky Sport F1 HD. Qui l'anteprima con gli orari.

Pole position numero due in carriera per Charles Leclerc. Il pilota monegasco della Ferrari ottiene anche il record della pista con il tempo di 1:03.003. Al suo fianco, in prima fila, partirà Max Verstappen. L'olandese della Red Bull si era qualificato terzo ma beneficia della penalità ricevuta da Lewis Hamilton per salire di una posizione. 

La seconda fila sarà composta dal duo Mercedes. Valtteri Bottas e Lewis Hamilton partiranno affiancati, con l'inglese che nonostante il +3 rimediato perde di fatto sole due posizioni per il sistema di assegnazione delle penalità.

Terza fila per la McLaren di Lando Norris e l'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, Quarta fila per l'altra Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi e la seconda Red Bull di Pierre Gasly. Quinta per la Ferrari di Sebastian Vettel, che non ha girato in Q3 per un problema tecnico, e Kevin Magnussen che, qualificato quinto, scende in decima posizione per la sostituzione del cambio.

PENALITÁ

Pioggia di penalità per questo appuntamento. Carlos Sainz ed Alex Albon partiranno dal fondo della griglia per la sostituzione dell'intera PU sulla McLaren dello spagnolo e di motore termico e MGU-K sulla Toro Rosso del thailandese. Nico Hulkenberg sconta un +5 per il cambio del motore termico sulla sua Renault, mentre Kevin Magnussen è penalizzato sempre di cinque posizioni per la sostituzione del cambio sulla sua Haas. A queste si aggiungono le penalità di tre posizioni ricevute da Lewis Hamilton e George Russell per impeding rispettivamente nei confronti di Kimi Raikkonen e Daniil Kvyat. Ultim'ora è la partenza dell'inglese della Williams dalla pitlane, per la sostituzione dell'ala anteriore con una dalla specifica diversa rispetto a quella delle verifiche tecniche. 

LA GRIGLIA

C'è stata parecchia confusione nella serata di ieri, anche nel paddock, riguardo la posizione di partenza di Lewis Hamilton. Inizialmente l'inglese era dato per la quinta posizione ma poi, in serata, la FIA ha rettificato la griglia provvisoria con l'inglese al quarto posto, in seconda fila al fianco del compagno Valtteri Bottas. Questo a causa del sistema di gestione delle penalità in vigore attualmente. Hamilton sarebbe dovuto scalare in quinta posizione al posto di Kevin Magnussen il quale, a sua volta, ha una penalità di cinque posizioni. Rimanendo "vacante" la quinta posizione, Max Verstappen sale in seconda, Valtteri Bottas in terza e Lewis Hamilton sale in quarta, con Lando Norris in quinta.

Albert Fabrega ha spiegato molto bene il sistema di assegnazione delle penalità con questo tweet. Tra l'altro va notata la situazione di Hulkenberg, 12° in qualifica ma 15° in griglia nonostante un +5.

Segue la griglia completa ad opera di Sauro Torreggiani.

LE GOMME A DISPOSIZIONE

Ecco i set a disposizione dei piloti per la gara dopo le prove libere e le qualifiche.

LE POSSIBILI STRATEGIE DA PIRELLI

 



Condividi