F1 | GP Città del Messico 2022, Mattia Binotto a SKY: “Non abbiamo tante spiegazioni in questo momento. Siamo mancati di trazione e bilanciamento”

di Alessandro Secchi @alexsecchi83
30 Ottobre 2022 - 23:45

Segue l’analisi di Mattia Binotto rilasciata a SKY dopo il GP Città del Messico 2022

Il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto ha parlato ai microfoni di SKY al termine del GP Città del Messico 2022, vinto da Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton e Sergio Pérez. Ecco le sue parole dopo una gara difficile per la Rossa.

“Di spiegazioni, in questo momento, non ne abbiamo tante. È stato un weekend difficile e lo era stato già ieri in qualifica, ancora di più oggi. È qualche gara che va così alla domenica e l’abbiamo visto anche oggi. Una gara difficile per noi, tutta da analizzare: è chiaro che non è questo il risultato che vorremmo vedere in pista. Detto questo credo che queste gare ci serviranno anche per capire i limiti e dove focalizzarci in futuro.

Noi eravamo convinti che partire con le rosse e poi mettere le gialle fosse la strategia migliore e ne siamo ancora sicuri. Oggi credo che noi avremmo anche potuto usare media e poi dura ma non avrebbe cambiato molto il nostro risultato. Non avevamo la velocità per batterci con quelli davanti e non l’avevamo indipendentemente dalla strategia.

La sensazione a caldo è che non abbiamo interpretato bene la gara ma non abbiamo un’area specifica. Abbiamo sofferto di Power Unit in generale tutto il weekend ma questo è solo un aspetto, siamo mancati anche di vettura. Siamo mancati di trazione, di bilanciamento, adesso sentiremo i piloti nel debriefing ma loro facevano fatica a far girare la macchina. Il tutto sarà da analizzare bene e da migliorare.

Non c’è una risposta unica e certa, penso che i fattori siano più di uno. Mi auguro che in Brasile torni la vettura che abbiamo visto in passato. Queste gare ci servono anche per poter reagire, come abbiamo fatto dopo il Belgio. In queste due settimane avremo tempo di guardare bene, confrontarci e trovare le soluzioni migliori per le ultime gare della stagione.

Non è escluso che Sainz possa cambiare qualcosa per il Brasile”.

Immagine: Media Ferrari