F1 | GP Città del Messico 2022, la cronaca delle qualifiche

di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
29 Ottobre 2022 - 23:45

Pole position per Verstappen davanti a Russell e Hamilton

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Città del Messico 2022, ventesima prova del mondiale di F1. Max Verstappen è in pole position davanti a George Russell e Lewis Hamilton.

F1 | GP Città del Messico 2022, qualifiche: Verstappen fa sua la Pole sulle Mercedes di Russell e Hamilton. Sainz 5°, Leclerc 7°

Dopo delle FP3 molto positive, al comando per tutta la sessione, George Russell e Lewis Hamilton hanno il chiaro obiettivo di puntare alla pole position. Le Red Bull e le Ferrari sono apparse un po’ attardate sul giro secco ma in qualifica la storia potrebbe cambiare.

Q1

Iniziano le qualifiche: Magnussen e Schumacher i primi a scendere in pista, arrivano dopo le Williams e le Aston Martin. Tempi ancora molto alti, Schumacher chiude in 1.21.024, nel frattempo warm up lap per tutti i big. Bene Albon davanti in 1.20.859, poi Tsunoda lo scavalca in 1.20.576. Ecco il beniamino di casa Perez che si porta davanti a tutti in 1.20.408 ma Leclerc è nettamente più veloce in 1.19.505.

Sainz si porta in P2 a 61 millesimi da Charles, ma Verstappen ed Hamilton fanno meglio di lui con Max che serve la prestazione migliore in 1.19.222 e Lewis P3 a 24 millesimi da Leclerc. Super giro di Bottas che si porta in P3 a soli 18 millesimi da Leclerc. Russell è solamente sesto a 639 millesimi dalla testa. Ocon e Alonso si portano rispettivamente in P7 e P8 davanti a Norris e Perez.

Si migliora Checo che si mette più al sicuro in P6 a 4 decimi dal compagno di squadra.

Al termine del primo run sono attualmente esclusi: Schumacher, Albon, Vettel, Magnussen e Latifi.

Secondo run con solo i due piloti Haas inizialmente in pista e super prestazione di Schumacher che sale in P4 ma il suo tempo viene cancellato per track limits, Magnussen risale in P10. Restano ai box solo le due Red Bull e le due Ferrari. Hamilton ne approfitta per migliorarsi con pneumatici usati e portarsi in testa in 1.19.169. Bandiera a scacchi e restano esclusi nell’ordine: Schumacher, Vettel, Stroll, Albon e Latifi.

Q2

Di nuovo in pista per il Q2: le due Mercedes vanno per prime sul tracciato poi via via tutti gli altri, Ferrari e Red Bull su pneumatici usati. Gran tempo per Hamilton in 1.18.552 con Russell staccato di soli 13 millesimi. Verstappen si porta in P3 a 382 millesimi ma lo scavalca Bottas, a soli 2 decimi da Hamilton. Leclerc si mette in P5 a 5 decimi e mezzo da Hamilton ma viene scavalcato da Ocon, poi troviamo Norris, Sainz, Alonso e Ricciardo.

Alla fine del primo run sono attualmente esclusi: Tsunoda, Perez, Zhou, Gasly e Magnussen.

Il primo in pista del secondo run è Perez: ottima prestazione in 1.18.615 per la P3 mentre scendono tutti gli altri su pneumatici nuovi, eccetto le due Mercedes. Verstappen risale in P3 ma fa meglio di lui Sainz che si porta in P2. Errore di Leclerc nel primo settore e tentativo abortito. I primi quattro – da Hamilton a Verstappen – racchiusi in 14 millesimi.

Restano esclusi nell’ordine: Ricciardo, Zhou, Tsunoda, Gasly e Magnussen.

Q3

Semaforo verde e l’ordine del primo run è Perez, Sainz, Leclerc, Norris, Ocon, Verstappen, Bottas, Hamilton e Russell. Alonso resta inizialmente ai box. Verstappen vola e si prende la pole position provvisoria in 1.17.9 poi Russell in P2 a 132 millesimi e Perez a 206. Tempo annullato per track limits ad Hamilton che si era piazzato in P3 mentre Sainz e Leclerc, autori entrambi di qualche piccola e sbavatura, sono rispettivamente in P4 e P6 con Bottas a separarli. P7 per Alonso in pista libera, poi Norris e Ocon con pneumatici usati, chiude la top ten Hamilton.

Secondo run e Perez è ancora il primo ad andare, poi Sainz, Leclerc, Norris, Ocon, Verstappen, Bottas, Hamilton e Russell.

Max Verstappen si prende la pole position in 1.17.775 – sesta pole in stagione per il campione del mondo. Grandissimo giro e prima pole in carriera sul tracciato messicano dopo le delusioni del 2018 e del 2019. Chiude secondo George Russell a 3 decimi dalla pole, errore per lui nel secondo tentativo che gli nega di attaccare la pole di Max ma ottimo risultato complessivo. Terzo tempo per Lewis Hamilton, confidente di poter disputare una gara all’attacco domani da una buona posizione di partenza. Sergio Perez è in P4 davanti al suo pubblico di casa, buona prestazione a soli 3 decimi e mezzo da Max ma non abbastanza per la top 3. Quinto tempo per Carlos Sainz a quasi sei decimi dalla pole ma con l’occasione di essere più performante domani in gara vista la configurazione aerodinamica più carica scelta. P6 per un grande Valtteri Bottas che si toglie lo sfizio di mettersi dietro un Charles Leclerc, settimo, in gran difficoltà, ma anch’esso con un assetto più orientato verso la performance in gara. Ottavo tempo per Lando Norris e nono per Fernando Alonso. Chiude la top ten Esteban Ocon.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool