F1 | GP Città del Messico 2022, Gara, Ricciardo: “Accetto la penalizzazione, ma credo sia stata un po’ eccessiva”

di Redazione P300.it @p300it
31 Ottobre 2022 - 13:15

Seguono le dichiarazioni di Daniel Ricciardo dopo il GP Citta del Messico 2022 di F1

Leggi il resoconto del GP Citta del Messico 2022

Leggi la cronaca

Daniel Ricciardo: “È stato come andare sulle montagne russe! Alla fine, comunque, sono felice, anche se avrei desiderato una gara tranquilla – ma non è andata così. Non vorresti mai toccarti con qualcuno, e non vorresti mai ricevere una penalità, e questo rovina un po’ una giornata altrimenti molto buona. Ma alla fine il risultato non sarebbe comunque cambiato, e questo è quel che conta. Credo che la penalizzazione sia stata un po’ eccessiva. Ho rivisto le immagini e sì, mi prendo la maggior parte delle responsabilità, ma non è come se mi fossi buttato all’interno a ruote bloccate speronando Yuki, semplicemente mi sono trovato in quella posizione senza poter far granché. Se Yuki avesse allargato un po’ la traiettoria saremmo passati entrambi senza danni. Accetto quanto accaduto, ma non mi cospargerò ulteriormente il capo di cenere. Ero davvero abbattuto quando Tom Stallard, il mio ingegnere, mi ha comunicato via radio i 10” di time penalty, perché per una volta stavo andando forte e sentivo di poter avere una buona opportunità. Con le gomme morbide avevo un gran passo, per cui ho resettato rapidamente e ho iniziato a spingere. Lando mi ha lasciato passare per consentirmi di andare all’attacco, e quando ho visto le Alpine davanti a me ho pensato ‘Ok, andiamo a caccia, i giochi sono aperti’. Sapevo poi che se fossi riuscito a tenere a distanza George Russell, che stava arrivando a doppiarmi, evitando che mi sventolassero le bandiere blu, avrei potuto guadagnare secondi importanti senza dover forzatamente rallentare, per cui per alcuni giri ho guidato davvero al limite, ed è stato molto intenso. Poi lui si è fermato a montare gomme nuove per cercare il giro più veloce e questo mi ha lasciato un po’ di respiro. In definitiva, sono davvero contento, e ringrazio tantissimo la squadra, specie per il più stop da 1.98 secondi – il più veloce di tutta la stagione!”.

Fonte: McLaren Media

Immagine di copertina: Media McLaren