F1 | GP Cina 2024, gara: Verstappen domina, Norris 2° su Pérez. Ferrari lenta e mai in gara, 4a e 5a con Leclerc e Sainz

F1GP CinaGran Premi
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
21 Aprile 2024 - 11:17
Home  »  F1GP CinaGran PremiTop

Verstappen fa letteralmente quello che vuole nonostante due Safety Car. Norris si riprende dopo la disastrosa Sprint

Non cambia la storia del mondiale 2024. Max Verstappen ha vinto il GP Cina 2024 davanti a Lando Norris e Sergio Pérez, in una gara parzialmente condizionata da due Safety Car che hanno compattato il gruppo. Nonostante le due interruzioni, Verstappen ha fatto ancora quello che ha voluto dall’inizio alla fine, con un passo inavvicinabile per il suo compagno di squadra così come per tutti gli altri piloti in pista.

Anche per questo, le due Safety Car hanno giocato uno scherzo a Pérez, finito alle spalle di Norris e Leclerc dopo la seconda interruzione e costretto a recuperare, riuscendo però a superare solo la Ferrari del monegasco. Per Verstappen è la quarta vittoria su cinque gare, la numero 58 in carriera dopo la vittoria della Sprint di ieri e la pole. All’olandese è mancato solo il giro più veloce, fatto segnare da Fernando Alonso nelle fasi finali.

Gara deludente per le Ferrari. Le aspettative sono state disattese, con un passo mai sufficiente ad essere in lotta con la Red Bull e distacchi pesanti. Leclerc ha concluso al quarto posto a 23 secondi da Verstappen ma con la gara ripartita al 32° sui 56 giri previsti. Carlos Sainz ha chiuso ancora più indietro, quindi a 10 secondi dal compagno dopo le polemiche post Sprint di ieri.

George Russell ha salvato la giornata Mercedes con il sesto posto davanti a Fernando Alonso. Il due volte iridato è stato penalizzato da una strategia bislacca, che lo ha messo su gomme soft nella seconda parte di gara costringendolo ad un pit aggiuntivo nel finale. Nonostante l’ottimo recupero, lo spagnolo non è riuscito a risalire oltre la settima posizione.

Oscar Piastri ha chiuso ottavo con la seconda McLaren, condizionato da danni alla monoposto dopo un tamponamento multiplo al tornantino del circuito di Shanghai alla fine del primo periodo di Safety Car. Il pilota australiano ha preceduto Lewis Hamilton. Il sette volte iridato, con la seconda Mercedes, ha chiuso nono recuperando dalla 18a posizione anche grazie ai tre ritiri davanti a lui. Una gara deludente dopo la buona Sprint del sabato.

A chiudere la top ten c’è Nico Hulkenberg, autore di una buona gara con la Haas.

La gara, come detto, è stata condizionata da due Safety Car. La prima per il ritiro di Valtteri Bottas, con la Sauber che ha richiesto diversi minuti per essere rimossa con il cambio bloccato. La seconda per un misto tra i detriti del tamponamento al tornantino tra Stroll, Ricciardo e Piastri e la toccata tra Magnussen e Tsunoda che ha richiesto l’intervento dei commissari per rimuovere la Racing Bulls dalla via di fuga.

===

Sulla griglia di partenza gomme medie per i primi 10, mentre dall’undicesima posizione in poi le scelte sono varie. Al via Verstappen scappa solitario con Pérez che si fa sopravanzare da Alonso. Il messicano recupererà la seconda posizione dopo cinque giri, mentre le Ferrari vengono inizialmente sopravanzate anche da Hulkenberg.

I primi pit iniziano attorno al 10° giro, con le Red Bull distanziate sufficientemente da fare una doppia sosta al volo con Verstappen e Pérez. Norris e Leclerc decidono di andare più lunghi rispetto agli altri e la VSC al 21° giro per la fermata di Valtteri Bottas offre l’opportunità di rientrare per effettuare la sosta. Prima Leclerc e poi Norris effettuano il loro pit con i commissari che faticano a rimuovere la Sauber del finlandese, al punto che viene chiamata la Safety Car in pista dando il là ad un’altra girandola di pit stop, tra cui quello (ancora doppio) della Red Bull. A questo punto Verstappen si ritrova primo davanti a Norris, Leclerc e Pérez, con Sainz, Alonso, Russell, Piastri e Ricciardo in top ten.

La Safety rientra all’inizio del 27° giro con Alonso unico su gomme soft, ma l’attività in pista dura poco perché la SC deve tornare ancora in pista per un contatto tra Tsunoda e Magnussen, mentre alla fine della precedente SC c’era stato un clamoroso tamponamento di Stroll a Ricciardo. Si riparte all’inizio del 32° giro con Verstappen che scappa via ancora una volta su Norris, Leclerc, Pérez, Alonso e Sainz. Pérez riesce a recuperare la terza posizione durante il 39° passaggio, Alonso deve fermarsi per cambiare le gomme soft al 44° passaggio.

Verstappen prosegue nel suo dominio e a dieci giri dalla fine comanda con 8 secondi su Norris, 12 su Pérez, 14 su Leclerc e 24 su Sainz. Non cambia nulla fino alla fine con l’olandese che vince ancora sull’inglese della McLaren e su Pérez.

In classifica piloti, Verstappen vola a quota 110 punti su Pérez (85), Leclerc (76) e Sainz (69). Nel Costruttori, Red Bull sale a quota 195 contro i 151 di Ferrari e i 96 di McLaren.

Segue il risultato di gara. A seguire, come di consueto, cronaca e dichiarazioni.

Immagine di copertina: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#7 | GP EMILIA ROMAGNA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

17/19 maggio | Imola
Autodromo Enzo e Dino Ferrari | 63 Giri

#imolagp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Leclerc
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Leclerc
FP3: Sab 12:30-13:30
P1: Piastri
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: Diretta)

Pole: Verstappen

Leggi la Cronaca
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: Diretta)

Winner: Verstappen
P2: Norris
P3: Leclerc
Leggi la Cronaca

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)