F1 | GP Canada 2022, gara: Verstappen resiste da campione a Sainz e vince. Hamilton ritrova il podio, Russell 4° davanti a Leclerc

Verstappen comanda agevolmente metà gara ma nel finale del GP Canada una Safety Car gli riporta Sainz alle spalle. Ultimi 15 giri intensi ma è vittoria per l’olandese

Max Verstappen vince, con la Red Bull, il GP Canada 2022, salendo a 26 vittorie in carriera e 6 in questa stagione, davanti ad un arrembante Carlos Sainz con la Ferrari e a Lewis Hamilton, che ritrova il podio con la Mercedes che mancava dalla gara di apertura in Bahrain.

La vittoria dell’olandese è però tutt’altro che agevole, soprattutto negli ultimi 15 giri. La Safety Car per l’errore abbastanza clamoroso di Yuki Tsunoda in uscita dalla corsia box regala a Sainz la possibilità di risparmiare tempo sull’ultima sosta ai box, mettendolo alle spalle di Verstappen con gomme più fresche di sei giri. I passaggi dal 55° al 70° sono davvero spettacolari. La Ferrari sfrutta le tre zone DRS per restare incollata alla Red Bull del campione in carica, che deve darsi parecchio da fare per non permettere allo spagnolo di trovare lo spunto decisivo. I due lottano per tutti gli ultimi 15 giri restando sotto il secondo di distacco. L’occasione per Sainz arriva nel corso del penultimo giro, ma un leggero lungo al tornantino gli pregiudica la possibilità di un attacco concreto sul lungo rettilineo che porta all’ultima chicane. Sfumata l’ultima chance Verstappen riesce a tenere nell’ultimo giro tagliando per primo il traguardo dopo la Pole di ieri, guadagnando altri punti in ottica mondiale.

Dietro i duellanti per la vittoria arriva il secondo podio dell’anno di Lewis Hamilton. Dopo una buona qualifica ieri, il sette volte campione inglese corre una gara concreta senza apparenti problemi di porpoising alla sua Mercedes. Le partenze arretrate di Pérez (che si ritirerà nelle prime fasi di gara), Leclerc e del compagno George Russell gli offrono la possibilità di conquistare un terzo posto che fa morale dopo le ultime difficoltà Mercedes. Proprio Russell recupera dall’errore di ieri in qualifica portando la seconda W13 al quarto posto con una buona rimonta iniziale, per poi restare comodo alle spalle del compagno dopo la ripartenza dalla Safety Car.

La rimonta di Charles Leclerc si conclude con il quinto posto: con una sosta in meno e tanti sorpassi, il monegasco riduce i danni dopo una gara comunque difficile, passata per diversi giri alle spalle di piloti più lenti nel misto ma difficili da passare sul dritto. Nel complesso il monegasco può dirsi soddisfatto anche se un pit lento di diversi secondi gli ha forse tolto la possibilità di lottare con le Mercedes.

Sesta e settima posizione per le Alpine di Esteban Ocon e Fernando Alonso. Lo spagnolo, dopo la qualifica perfetta di ieri, finisce alle spalle del compagno di squadra ma può recriminare su una strategia non perfetta da parte del team, che lo lascia per troppi giri in pista con gomme evidentemente in difficoltà. Nonostante questo il team transalpino porta a casa punti importanti per la classifica costruttori.

Alfa Romeo torna a punti con entrambe le monoposto. Valtteri Bottas e Guanyu Zhou conquistano l’ottava e la nona posizione riprendendo un trend interrotto da problemi e ritiri vari nelle ultime gare, soprattutto con il pilota cinese. A completare la top ten è Lance Stroll, che conquista un punto nella gara di casa con l’Aston Martin. Più difficile la gara di Sebastian Vettel, che termina 12° con una strategia probabilmente poco adeguata, che lo lascia oltre 50 giri in pista con le stesse gomme nonostante due pit stop.

Oltre ai ritiri di Tsunoda e Pérez da segnalare anche quello di Mick Schumacher mentre era in zona punti con la Haas. Sfortunato Kevin Magnussen: il danese rovina l’ala anteriore nel tentativo di superare Lewis Hamilton ed è obbligato a fermarsi per sostituire il muso, rovinando di fatto la sua gara.

In classifica piloti Max Verstappen sale a 175 punti davanti a Sergio Pérez, che resta a 129, e Charles Leclerc, che sale a 126. Nel Costruttori Red Bull comanda ancora con 304 punti contro i 228 di Ferrari e i 188 di Mercedes.

Segue il risultato di gara. A seguire la cronaca, gli approfondimenti e le dichiarazioni dei piloti.

F1 | GP Canada 2022: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

Immagine di copertina: Media Red Bull

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS