F1 | GP Belgio, qualifiche: Hamilton ancora mago della pioggia, la pole è sua

F1GP BelgioGran Premi
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
25 Agosto 2018 - 16:19
Home  »  F1GP BelgioGran Premi

Ancora una volta la pioggia condiziona le qualifiche ed ancora una volta è Lewis Hamilton a spuntarla. A Spa-Francorchamps l’inglese fa 78 e con un ultimo giro incredibile piazza il colpo che vale la pole position per il Gran Premio del Belgio di domani. La pioggia arriva in Q3 dopo un weekend dominato fino alla Q2 dalla Ferrari. Alla fine dell’ultima sessione Sebastian Vettel sembra in grado di portare a casa la prima posizione ma con il tracciato che si asciuga rapidamente è l’inglese a migliorare più di tutti, dimostrandosi ancora una volta il migliore in condizioni miste. Vettel completa la prima fila ma è la seconda fila a colpire tutti, perché è tutta rosa. Le Force India di Ocon e Perez si piazzano infatti in terza e quarta posizione sfruttando le condizioni miste dopo una settimana a dir poco complicata. Quinta posizione per Romain Grosjean, sesta per Kimi Raikkonen.

CRONACA

Q1 | Mercedes con Hamilton e Ferrari in pista con gomme soft nella prima parte della qualifica, mentre tutti gli altri escono in pista su Supersoft. Primo tempo micidiale di Kimi Raikkonen con la Ferrari che segna un bell’1:42.585 lasciando Vettel a quasi mezzo secondo e Lewis Hamilton ad un secondo. Max Verstappen si piazza al terzo posto davanti alla Mercedes dell’inglese seppur con gomme più morbide. Nessun tempo per Bottas che non è ancora sceso in pista. Hamilton si migliora andando a quattro decimi da Raikkonen in seconda posizione, davanti a Vettel e Verstappen. Ocon e Perez sono quinto e sesto davanti a Leclerc. Bottas alla fine un giro lo fa piazzandosi al secondo posto, a 2 decimi da Raikkonen con gomma supersoft. A fine sessione Grosjean e Ricciardo si mettono davanti a Leclerc, mentre la lotta per passare la Q1 vede le Mclaren e le Williams in fondo al gruppo. I quattro piloti, Alonso, Vandoorne, Sirotkin e Stroll restano esclusi insieme a Carlos Sainz.

Q2 | Tutti dentro con gomme supersoft per la seconda parte delle qualifiche. Arrivano i primi tempi e siamo sotto l’1:42. Arriva il nuovo record in 1:41.627 di Kimi Raikkonen con la Ferrari, davanti 2 decimi rispetto a Hamilton e mezzo secondo rispetto a Sebastian Vettel, autore di un piccolo errore nel secondo settore. Verstappen è quarto davanti a Ricciardo, le due Haas, le due Force India, le due Toro Rosso e le due Sauber. Tutti ai box ora perché arrivano le prime gocce di pioggia. In queste condizioni sarebbero esclusi Hartley, le due Sauber, Bottas ed Hulkenberg con questi ultimi due comunque destinati a partire dal fondo. I piloti tornano in pista con il finlandese della Mercedes su gomme soft mentre tutti gli altri sono su gomme rosse. Sebastian Vettel migliora il record della pista in 1:41.501 con 32 millesimi di vantaggio su Raikkonen, che si migliora a sua volta. Arriva Lewis Hamilton e fa paura perché si mette a 52 millesimi da Vettel in terza posizione. Bottas si piazza in quarta con le altre sei posizioni valide per la Q3 che vanno a Red Bull, Force India e Haas in questa sequenza: Verstappen, Perez, Grosjean, Ricciardo, Ocon, Magnussen. Restano esclusi Gasly, Hartley, Leclerc, Ericsson e Hulkenberg. Ma c’è un’altra notizia su tutte. È arrivata la pioggia.

Q3 | Subito fuori le Mercedes e le Ferrari con la pioggia che aumenta sensibilmente e con Bottas che si mette in testa al gruppo per tirarsi dietro Hamilton. Il finlandese si gira prima della Bus Stop e, visto a tutti, convince anche gli altri a rientrare ai box per montare gomme da pioggia mentre Ocon e Perez rischiano il giro su gomme slick. Piove però davvero troppo ed i piloti sono costretti a rallentare tantissimo. Tornano tutti in pista con gomme intermedie. Daniel Ricciardo è il primo a tentare un giro ma va lungo sia alla Source che a Les Combes. Il suo tempo è di 2:04.986, Verstappen migliora in 2:02.849 ma arriva Kimi Raikkonen che si porta in testa con 2:02.671. Ora è una lotta a chi fa il miglior tempo per ultimo. Sebastian Vettel si mette in testa con 2:02.446 davanti a Raikkonen e Verstappen. Hamilton va largo nel suo giro ma ha ancora un tempo a disposizione. Raikkonen ha finito il suo turno mentre Vettel migliora di un secondo e due il suo tempo facendo segnare 2:01.188. Non è ancora finita! La pista si sta asciugando in modo clamoroso perché Hamilton tira giù altri tre secondi e va in pole con 1:58.179 mentre Vettel non fa meglio di 1:58.905 restando a sette decimi dal tempo dell’inglese. L’incredibile si avvera perché le due Force India di Esteban Ocon e Sergio Perez si mettono in seconda fila, davanti alla Haas di Grosjean ed alla Ferrari di Raikkonen. Settimo ed ottavo posto per Verstappen e Ricciardo, quinta fila per Magnussen e Gasly con Bottas, decimo, che partirà dal fondo.

Seguono i tempi delle qualifiche.

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#14 | GP BELGIO
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

26/28 luglio | Spa-Francorchamps
Circuit de Spa-Francorchamps | 44 Giri

#belgiangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live