Matomo

F1 | GP Belgio, FP3: doppietta Ferrari Vettel-Raikkonen

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

È di Sebastian Vettel il miglior tempo nella terza ed ultima sessione di prove libere del Gran Premio del Belgio di F1. Il tedesco della Ferrari ha girato in 1:42.661 con 63 millesimi di vantaggio sul suo compagno di squadra Kimi Raikkonen, secondo con l’altra Ferrari.

Seguono altre due coppie. La prima è quella Mercedes, con Lewis Hamilton terzo a 137 millesimi davanti a Valtteri Bottas, quarto a 8 decimi. Quinta posizione per Max Verstappen, lontano però ben un secondo e quattro dal miglior tempo davanti a Daniel Ricciardo sesto a 1.8. 

Ottimo settimo tempo di Charles Leclerc con la Sauber a 2.3 da Vettel, seguito da Sergio Perez con la Racing Point Force India a 2.6, Nico Hulkenberg con la Renault ed Esteban Ocon a 2.8.

Per le qualifiche, che partiranno alle 15, ci sarà da capire cosa farà il tempo. La pioggia è attesa sul circuito di Spa con le prime gocce scese già durante le FP3 dopo l’acqua della notte. Inutile dire che con le qualifiche bagnate potrebbero cambiare ancora i valori in campo come visto in Ungheria.

A fine sessione pericolosa incomprensione tra Stoffel Vandoorne e Valtteri Bottas: in uscita dal Raidillon il belga è arrivato sulla coda del finlandese che, non vedendolo, l’ha stretto sull’erba. La Mclaren si è girata in pieno rettilineo del Kemmel appoggiandosi alle protezioni senza sbattere violentemente. Bottas, che partirà dal fondo per il cambio della PU, sarà investigato dopo la sessione. Vedremo se verranno presi provvedimenti nei confronti del finlandese.

Seguono i tempi di sessione.

F1 | GP Belgio, FP3: doppietta Ferrari Vettel-Raikkonen 1

 

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

F1 | GP Belgio, FP3: doppietta Ferrari Vettel-Raikkonen 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE