F1 | GP Belgio 2020, la cronaca della gara

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Lewis Hamilton domina con Bottas 2° e Verstappen 3°. Disastro Ferrari con Vettel 13° davanti a Leclerc

Segue la cronaca del Gran Premio del Belgio 2020, settima prova del mondiale di Formula 1 vinta dal campione in carica della Mercedes davanti al compagno di squadra ed all’olandese della Red Bull.


Sulla griglia di partenza manca la McLaren di Carlos Sainz, fermato problemi alla Power Unit e costretto al ritiro prima ancora di iniziare il suo Gran Premio.

Prima dell’inno nazionale, un doveroso minuto di silenzio per ricordare Anthoine Hubert.

I primi tre, Hamilton, Bottas e Verstappen, sono su gomme medie. Fino alla decima posizione tutti su soft. Dall’undicesima in poi tutti su medie tranne Gasly (hard) e Leclerc (soft).

Partenza | Hamilton sfila via tranquillo in prima posizione, con Verstappen che sul Kemmel prova a passare Bottas. Manca però velocità alla Mercedes e l’olandese si deve prima mettere dietro e poi difendersi anche da Daniel Ricciardo. Dietro Leclerc guardagna tre posizioni al via e un’altra all’ultima chicane su Sergio Perez.

Giro 2 | Grande sorpasso di Gasly su Perez tra Eau Rouge e Raidillon con il messicano che avvicina al muro il francese, mentre Vettel è fermo in 13a posizione con la sua gomma media.

Giro 3 | Sverniciata la Ferrari di Leclerc da Gasly sul rettilineo del Kemmel, nonostante il monegasco abbia il DRS a disposizione su Stroll.
Giro 4 | Leclerc viene passato da Perez e perde la nona posizione, lamentandosi poi della velocità sul dritto.
Giro 5 | Bene Bottas, che, per ora, tiene il ritmo di Hamilton. L’inglese comanda sul compagno, Verstappen, Ricciardo, Ocon, Albon, Stroll, Gasly, Perez, Leclerc.

Giro 6 | Hamilton risponde subito scendendo sotto il minuto e 50 e guadagnando sei decimi sul compagno. Altro sorpasso subito da Leclerc, con Norris che sfila la Ferrari sul rettilineo del Kemmel. il monegasco, comunque, sembra avere problemi.
Giro 7 | Altro giro, altro sorpasso. Leclerc viene superato anche dalla AlphaTauri di Daniil Kvyat ed ora si trova alle spalle la Ferrari del compagno di squadra Sebastian Vettel. Le Ferrari sono in 12a e 13a posizione, seguite dalle Alfa Romeo di Giovinazzi e Raikkonen.

Giro 8 | La battaglia tra Stroll e Gasly per la settima posizione vede il canadese difendendosi aggressivo, spostandosi forse una volta in più davanti all’AlphaTauri. Da notare che il francese è l’unico pilota su gomma hard.
Giro 9 | Sulla Ferrari di Leclerc è stato necessario usare una mappa da ricarica nei primi giri.
Giro 10 | Hamilton comanda con 1.8 su Bottas, 6.2 su Verstappen, 13 su Ricciardo e 16 su Ocon, tallonato da Albon. Seguono Stroll, Gasly, Perez, Norris.
Giro 11 | Brutto incidente tra Antonio Giovinazzi e George Russell all’uscita di Fagnes, con la Safety Car che entra in pista. Si fermano ai box Raikkonen, Leclerc, Grosjean, Latifi.

Giro 12 | Si fermano i primi tranne Gasly e Perez, poi ai box anche tutti gli altri che non si sono fermati prima. Il replay dell’incidente mostra Antonio Giovinazzi perdere la monoposto all’uscita di Fagnes e andare a sbattere sulle protezioni di destra. Una ruota persa dall’Alfa Romeo viene colpita dalla Williams di Russell che sopraggiungeva, il quale finisce a sua volta a muro per evitare l’italiano.

Giro 13 | Mentre i messi di soccorso stanno recuperando le monoposto ferme, la situazione ora vede Hamilton davanti a Bottas, Verstappen, Gasly, Perez, Ricciardo, Albon, Ocon, Stroll, Norris.
Giro 14 | Tutti i piloti in pista tranne Perez e Albon sono ora in pista su hard. Il messicano è su soft, il thailandese su medie.
Giro 15 | Si riparte con le Mercedes che tengono il distacco da Verstappen mentre dietro le posizioni sono abbastanza fisse.

Giro 16 | Hamilton fa segnare il giro più veloce in 1:48.325 e poi si lamenta di aver perso potenza. Dietro Raikkonen passa Vettel lasciando la Ferrari in 13a posizione davanti alla gemella di Leclerc.

Giro 17 | Giro più veloce di Bottas in 1:48.156. Mentre Ricciardo passa Perez per la quinta posizione Vettel non riesce a riprendersi la posizione sull’ex compagno di squadra. Bravo Albon a passare il messicano della Racing Point nell’ultima chicane passando così in sesta posizione.
Giro 18 | Dopo quattro giri le Ferrari sono già ad oltre 17 secondi da Hamilton. Ai box Perez per la sua prima sosta: rientra su gomma hard.
Giro 19 | Lotta tra le due Ferrari con i due che si toccano a Les Combes e il monegasco che resta dietro.
Giro 20 | Verstappen per ora resta a 1.5 da Bottas dimostrando di essere probabilmente il migliore in griglia in questo momento. Hamilton si mantiene a 2.7 di vantaggio sul finlandese.
Giro 21 | Ricciardo passa Gasly per la quarta posizione, con il francese che si deve ancora fermare dopo esser partito con gomma dura.

Giro 24 | Hamilton comanda con 3.3 su Bottas e 5 su Verstappen che rimane con il finlandese a tiro. Ricciardo è a 14 secondi dalla Red Bull. Albon, intanto passa Gasly per la quinta posizione.
Giro 25 | Giro più veloce di Hamilton in 1:18.123. Dentro Leclerc per un secondo pit stop: il monegasco rientra in pista con gomma media e chiede il perché della sosta, sentendosi rispondere “te lo diciamo dopo”: Il replay mostra un tubo collegato alla pancia sinistra della Ferrari durante la sosta, probabilmente per aumentare la pressione pneumatica all’interno del motore.
Giro 26 | Ocon passa Gasly sul Kemmel, col francese che si ferma ai box per la sua sosta.
Giro 27 | Charles Leclerc fa segnare il giro più veloce in 1:47.840 mentre Raikkonen comunica di avere acqua attorno al suo piede destro.

Giro 28 | Hamilton si riprende il GPV in 1:47.758, mentre Vettel suggerisce di pensare ad un pit per migliorare la situazione.
Giro 29 | Sorpasso di Perez su Vettel. Il messicano, nonostante sia andato lungo alla Source, recupera sulla Ferrari passandola prima di Les Combes.
Giro 30 | Hamilton comanda con 4.6 su Bottas, 7.4 su Verstappen e 24.3 su Ricciardo. Seguono Albon, Ocon, Stroll, Norris, Kvyat, Raikkonen. Leclerc dopo la sosta è ultimo.
Giro 31 | Il pit di Latifi manda il canadese alle spalle di Leclerc, in ultima posizione.
Giro 32 | Gasly passa Vettel per la 12a posizione col tedesco che va lungo a Les Combes, lamentandosi via radio delle gomme.
Giro 33 | Perez dopo il pit torna in zona punti superando Raikkonen per la decima posizione.
Giro 34 | Anche Gasly passa Raikkonen salendo in undicesima posizione.
Giro 35 | Team radio di Bottas che denuncia un problema di sensibilità alla gamba sinistra quando preme il freno.
Giro 36 | Verstappen si lamenta di vibrazioni e chiede al team di controllare i dati.
Giro 37 | Gran sorpasso di Sergio Perez all’esterno di Les Combes su Daniil Kvyat. Norris intanto passa Stroll per la settima posizione e le due AlphaTauri si scambiano posizione.

Giro 39 | Ci troviamo più o meno nella stessa situazione della prima Silverstone, con la Safety Car che ha obbligato ad un pit anticipato e le preoccupazioni per la tenuta delle gomme nelle fasi finali. La maggior parte dei piloti ha 27 giri sulle gomme dure quando ne mancano 6 alla fine, con Hamilton che rallenta il passo. Leclerc, alle spalle di Grosjean, non riesce ad avvicinarsi nemmeno con il DRS alla Haas del francese. A Bottas viene chiesto di stare lontano dai cordoli.
Giro 40 | Inizia la lotta tra Ocon e Albon per la quinta posizione. Il francese fa un primo tentativo a Les Combes che non va in porto. Gasly, intanto, sale in nona posizione passando Perez.
Giro 41 | Hamilton informa il team di non sentirsi a suo agio con le gomme. Chi vola, invece, è Ricciardo in quarta posizione, con la Renault che non ha problemi di gomme rispetto ai tre davanti.
Giro 42 | Si prospetta una bella lotta per la quinta posizione con ALbon, Ocon e Norris separati da 2 secondi. Bravo Albon a tirare la staccata a Les Combes per difendersi dal francese.

Giro 43 | Hamilton gira addirittura in 1:51.3 per tenere le gomme, con Bottas che recupera nonostante sia lontano 7 secondi. Verstappen è a 6.3 dal finlandese, Ricciardo recupera sull’olandese ma è lontano.
Giro 44 | La gara finisce così con Hamilton che vince su Bottas e Verstappen. Ricciardo è quarto col giro più veloce davanti ad Ocon che passa Albon a Les Combes. Norris è settimo davanti a Gasly, Stroll, Perez. Le Ferrari giungono 13a e 14a, esattamente come in qualifica.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

F1 | GP Belgio 2020, la cronaca della gara 3
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE