F1 | GP Belgio 2020, anteprima Williams: parlano Russell, Latifi e Dave Robson

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Segue l’anteprima del team Williams per il GP Belgio 2020

George Russell

“Non vedo l’ora di tornare a correre nel prossimo triple header. Sulla carta Spa dovrebbe essere una pista più difficile per noi, a causa dell’elevata efficienza del circuito con lunghi rettilinei e curve veloci. Tuttavia dovremmo avere alcuni componenti da provare e vedere se potranno aiutarci. Nonostante tutto sarà bellissimo tornare a Spa. Sembra che ci saranno varie condizioni meteorologiche che dovrebbero mescolare le cose e noi spingeremo al massimo come sempre per sfruttare al massimo ciò che il weekend ci offrirà.”

Nicholas Latifi

“È stato bello avere questa settimana e mezza per riposare ed analizzare tutto in vista dell’ultimo triple header stagionale, ma io sono super esaltato di tornare al volante. Spa è stata una di quelle gare che non vedevo l’ora di correre in Formula 1 quest’anno, perché è così iconica e con curve come Eau Rouge Pouhon è la pista perfetta per guidare un’auto di F1. Speriamo di essere un po’ più competitivi di quanto non lo siamo stati nell’ultima gara, la squadra ha lavorato tanto dietro le quinte, quindi non vedo l’ora di scendere in pista ed entrare nella prossima sequenza di tre gare consecutive.”

Dave Robson, head of performance vehicle

“Il terzo triple header del 2020 sarà considerato probabilmente come la miglior sequenza di gare nella storia recente della Formula 1. Si comincia nel famoso tracciato di Spa, in Belgio, prima di andare nello storico circuito di alta velocità a Monza e finire con l’epico Autodromo Internazionale del Mugello, per il Tuscan Gran Prix. Ognuno di questi posti ha le proprie varie caratteristiche ed insieme spingeranno vetture, piloti e meccanici al limite.

Cominceremo nelle Ardenne, con il lungo ed esaltante circuito di Spa-Francorchamps. Modificare il downforce ed il drag per bilanciare le prestazioni nei tre settori è la chiave del successo qui, con i primi due settori che premiano la bassa resistenza aerodinamica ma il secondo settore contiene una serie di curve che necessitano di un grande carico aerodinamico. I team troveranno diversi compromessi ed osserveranno il lavoro dei vari concorrenti prima di stabilirsi su una soluzione. Oltre a trovare il miglior pacchetto aerodinamico, dobbiamo anche concentrarci sulle gomme. Quest’anno la Pirelli porterà una gamma di mescole che sarà di uno step più morbido rispetto all’anno scorso e questo influirà sia in qualifica che nelle strategie di gara. Ci concentreremo sull’ottenere il meglio dalla gomma da qualifica per un singolo giro, osservando anche l’usura e il degrado di tutte e tre le potenziali mescole di gara.

Il tempo normalmente fa la sua parte nel weekend di Spa e quest’anno è improbabile che sia diverso. Attualmente le prospettive appaiono contrastanti, ma comunque saremo preparati a tutto.”

Immagine di copertina: Twitter – Williams

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

F1 | GP Belgio 2020, anteprima Williams: parlano Russell, Latifi e Dave Robson 2
Leonardo Pignalosa
Ho cominciato a seguire il Motorsport nel 2014, prima con F1 e MotoGP, poi con tutto il resto. Sono incredibilmente appassionato che seguo tantissimi campionati mondiali e nazionali. Da un paio d'anni ho anche la passione per la fotografia ed il giornalismo sportivo, chiaramente legato al Motorsport.

ALTRI DALL'AUTORE