F1 | GP Bahrain 2023: le infografiche post libere Pirelli

ComunicatiF1GP BahrainGran Premi
Tempo di lettura: 3 minuti
di Redazione P300.it @p300it
3 Marzo 2023 - 20:30
Home  »  ComunicatiF1GP BahrainGran Premi

Segue l’analisi Pirelli delle prove libere del GP Bahrain 2023

Leggi il resoconto delle FP1

Leggi il resoconto delle FP2

Fernando Alonso (Aston Martin) su P Zero Red soft è il più veloce in pista oggi. Nella FP2 ferma il cronometro a 1m30.907s davanti ai piloti Red Bull. Max Verstappen segna un tempo di 1m31.076s, seguito da Sergio Perez a 2 millesimi di distanza. Quest’ultimo è stato il più veloce nella FP1, chiudendo un giro in 1m32.758s.

Nell’ultima sessione della giornata, i tempi dei primi 13 piloti sono racchiusi in un solo secondo. Montando le stesse mescole, le vetture in pista hanno prestazioni vicine tra loro.

La temperatura dell’asfalto nella prima sessione di prove libere è rimasta stabile attorno ai 39-40 °C. All’inizio della FP2 è invece calata di 13 gradi rispetto al primo pomeriggio, rappresentando meglio le condizioni che i piloti troveranno domenica in gara. Anche il vento, che nella FP1 soffiava a 20-25 km/h, è diminuito, lasciando solo una lieve brezza con l’arrivo della sera.

La pista ha avuto un grado di evoluzione elevato nel corso della giornata. L’aderenza è migliorata dalla FP1 alla sessione del tardo pomeriggio, con un conseguente effetto sui tempi.

Per la prima volta in un weekend di gara, è stata usata in pista la nuova mescola C1, nominata come la scelta più dura per il fine settimana in Bahrain. Il miglior tempo 1m36.102s con la P Zero White hard è di Logan Sargeant (Williams). 

Il tempo più veloce di Fernando Alonso nella FP2 è stato di quasi due secondi più veloce del miglior tempo con la stessa mescola in FP1 e più di un secondo più veloce delle equivalenti seconde prove libere del 2022 (1m31.936s). Finora il migliore risultato in Bahrain era stato di Sergio Perez (Red Bull) nell’ultimo giorno dei test pre-stagionali in 1m30.305s ma montando la più morbida C4, che non è tra le mescole nominate per il Gran Premio del fine settimana, e con condizioni di pista differenti.

INFOGRAFICHE

PARLA SIMONE BERRA

“I team hanno utilizzato la giornata odierna principalmente per valutare il comportamento della P Zero Red soft in gara. Gran parte dei run con la mescola più morbida sono infatti stati fatti a pieno carico per analizzare la gestione del degrado della C3. Le scuderie non hanno invece utilizzato le C1, a parte qualche giro di Williams. Come ci aspettavamo, la nuova mescola Hard si candida quindi ad essere una valida opzione per domenica, tanto da essere stata preservata oggi da tutti i team. Il degrado registrato dai pneumatici è in linea con le nostre simulazioni e con quanto già verificato nei tre giorni di test della settimana scorsa. L’asfalto del Bahrain si conferma uno dei più abrasivi di tutta la stagione”.

Fonte immagini e testi: Pirelli Motorsport

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live