F1 | GP Bahrain 2020, gara: Hamilton domina su Verstappen e Albon, ma l’eroe è Grosjean

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Hamilton vince un GP Bahrain che verrà ricordato per il miracolo del francese, scampato al fuoco

Non è più una notizia il nome del vincitore. Lewis Hamilton dopo la pole vince il GP Bahrain davanti a Max Verstappen ed Alex Albon, ma la prima delle due gare di Sakhir verrà ricordata per sempre per il miracolo che ha visto Romain Grosjean uscire vivo da un incidente che solo tre anni fa, senza Halo, avrebbe avuto conseguenze devastanti.

Il francese dopo un contatto con Kvyat finisce dritto contro un guardrail che viene trafitto come il burro. La monoposto si spezza in due in una palla di fuoco, dalla quale il francese esce miracolosamente dopo otto secondi aiutato dai soccorsi. Una sequenza che ha gelato il sangue di tutti, un vero e proprio miracolo della sicurezza e della fortuna. Si attendono aggiornamenti sulle condizioni del francese, portato in ospedale per accertamenti e controlli.

La gara riprende dopo oltre un’ora e un quarto con Hamilton che non mollerà mai la prima posizione, nonostante un’altra Safety Car per l’incidente di Stroll (si ribalta senza conseguenze) ed una strategia che ha previsto due pit stop.

Sul podio con lui – al successo numero 94 – e con il concreto Max Verstappen va Alex Albon con la seconda Red Bull. Il podio, però, gli viene regalato a tre giri dal termine dalla Racing Point di Sergio Perez che rompe il motore quando era ormai in procinto di conquistare la terza posizione.

Ottima gara McLaren, con Lando Norris e Carlos Sainz che chiudono rispettivamente in quarta e quinta posizione, recuperando tantissimi punti in classifica costruttori dove la lotta è serrata.

La sesta posizione è di un ancora bravissimo Pierre Gasly con l’AlphaTauri, abile a gestire le gomme dure per ben 32 giri. Il francese precede la Renault di Daniel Ricciardo, settimo davanti alla seconda Mercedes di Valtteri Bottas. Altra gara da dimenticare per il finlandese. Partenza sbagliata, una foratura che è costata una sosta aggiuntiva ad inizio gara ed una rincorsa chiusa in ottava posizione.

A chiudere la top ten ci sono l’altra Renault di Esteban Ocon e la Ferrari di Charles Leclerc, primo dei doppiati. Gara difficile per lui come per Sebastian Vettel, addirittura dietro la Williams di George Russell in 13a posizione.

Segue la classifica di gara. A seguire la cronaca completa.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE