F1 | GP Bahrain 2020, anteprima Renault: parlano Ricciardo, Ocon e Ciaron Pilbeam

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Segue l’anteprima del team Renault per il GP Bahrain 2020

Daniel Ricciardo

“Non vedo l’ora di tornare nel caldo del Bahrain! Siamo stati su piste fantastiche in Europa nelle ultime settimane e, anche se sono state divertenti per diversi motivi, il meteo è sempre stato troppo freddo per me! Preferisco molto di più il caldo ed è ancora abbastanza caldo in Bahrain durante la sera, il che è ottimo. Due delle tre sessioni di pratica si svolgono durante il giorno, quando c’è molto caldo, mentre qualifiche e gara sono di sera, quando il circuito è più fresco. Questo rende complicato prepararsi per questa gara, è importante adattarsi a differenti setup.

Esteban Ocon

“È sicuramente una sfida per macchine e piloti correre con il caldo. Sarà un po’ più convenzionale avere le gomme funzionanti nel loro range di temperatura, e starà poi a noi trovare il miglior setup. Il Bahrain porta sempre buone opportunità di sorpasso e questa è una gara ottima per le strategie, quindi vedremo cosa succederà nel weekend. Curva 1 è il miglior punto di sorpasso, ma anche in curva 4 ci sono buone chance. In generale è una buona pista, quindi non vedo l’ora di iniziare a girare”.

Ciaron Pilbeam, Chief Race Engineer

Dopo diverse gare su circuiti inusuali in Europa, in condizioni di freddo autunnale, andare in Bahrain è un cambio in un territorio più familiare. Piloti e team conoscono bene il circuito e hanno una buona idea su cosa aspettarsi. Una delle caratteristiche del weekend del Bahrain è il timing delle sessioni, con FP1 e FP3 di giorno ed il resto delle sessioni che si corrono invece in notturna, quando la pista inizia a raffreddarsi. Questo ha un impatto significativo sulle performance e sulle gomme, e rende le FP2 le libere più importanti perché quelle più vicine alle condizioni che si hanno in qualifica e in gara”.

Immagine di copertina: Renault

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE