F1 | GP Azerbaijan 2021, FP2: doppietta Red Bull, Perez al comando

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Al primo posto in classifica Perez seguito dal compagno di squadra Verstappen. Bene le Ferrari, ma Leclerc finisce contro le barriere. Hamilton solo 11°

Una canonica sessione di libere è andata in scena a Baku, con i soliti lunghi e incidenti tipici del circuito dell’Azerbaijan. Alla fine della sessione, ad ottenere il miglior tempo è stato Sergio Perez in 1’42.115″. Il messicano della Red Bull ha preceduto il compagno di squadra Max Verstappen, il quale aveva concluso al comando le FP1, di 0.101″ confermando l’adattamento del team di Chris Horner al circuito cittadino. L’unico problema in casa Red Bull è stato per Perez, il quale ha riportato che nel suo casco entrava troppa aria.

Dietro alle Red Bull si sono piazzate le Ferrari, ma non senza intoppi. Carlos Sainz è terzo a 0.128″, ma nella prima parte della sessione è stato protagonista di un battibecco via radio con Nikita Mazepin in cui – pare – il pilota spagnolo abbia ostacolato il russo in uno dei primi giri lanciati.

Quarto e staccato 321 millesimi Charles Leclerc; il monegasco è stato anche l’unico pilota a finire contro le barriere. Leclerc, infatti, è arrivato lungo alla curva15, quella che chiude la parte ripida della discesa dal castello, e – a differenza dei colleghi che sono andati lunghi in questa frenata – anziché puntare la via di fuga con decisione, ha tentato lo stesso di fare la curva. Per fortuna Charles ha solo perso il muso senza danni ulteriori, provocando inoltre solo una VSC durata un paio di minuti.

Dietro ai due top team ci sono state diverse sorprese: Pierre Gasly completa la top5 con la sua Alpha Tauri a soli 0.419″ dalla vetta, seguono poi la Alpine di Fernando Alonso (+0.578″), la Alfa Romeo-Sauber di Antonio Giovinazzi (più staccato, ma comunque settimo a 0.826″), la McLaren di Lando Norris e la seconda Alpine guidata da Esteban Ocon, con questi ultimi due separati da appena 0.002″, rispettivamente a 903 e 905 millesimi da Perez; chiude la prima metà della classifica un buon Yuki Tsunoda con l’altra Alpha Tauri, primo ad oltre 1″ dalla vetta (+1.015″).

In netta difficoltà, invece, entrambe le Mercedes: Lewis Hamilton è soltanto 11° a 1.041″ dalla Red Bull di Perez ed ha riferito con disappunto via radio il fatto di non aver trovato ancora l’adattamento alla pista; Valtteri Bottas è addirittura 16° (+2.069″) dietro anche a Kimi Raikkonen (+1.105″), Daniel Ricciardo (+1.183″) e le due Aston Martin di Lance Stroll e Sebastian Vettel, anch’esse staccate dal gruppo essendo a 1.697″ e 1.766″ dalla prima posizione.

Chiudono la classifica, come ormai quasi di consueto, le due Williams e le due Haas: in questa occasione George Russell (+2.442″) ha preceduto Nikita Mazepin (+3.448″ e senza errori rilevanti dopo quanto successo con Sainz). Nelle ultime due posizioni, infine, Mick Schumacher (+3.980″) e Nicholas Latifi (+4.868″ su gomme medie a differenza delle soft degli altri piloti); il tedesco della Haas ha riportato problemi alla pressione dell’olio attorno a metà sessione, un problema che il team pareva aver risolto dopo una breve sosta ai box e che, invece, pare si sia ripresentato al ritorno in pista.

Anche il canadese della Williams ha avuto dei problemi tecnici, ben più gravi tuttavia: dopo 12′ dall’inizio della sessione, Latifi ha avuto un guaio al motore nella frenata in curva15 e, come Leclerc, ha avuto una indecisione sul da farsi. Dopo aver puntato la via di fuga, tuttavia, Nicholas anziché spegnere il propulsore ha deciso di fare retromarcia e provare a tornare ai box, però dopo essersi rimesso nella direzione giusta il motore si è spento definitivamente malgrado la discesa verso la curva16. A questo punto Latifi è dovuto scendere dalla vettura ed i commissari hanno esposto la bandiera rossa durata poi circa 7′.

Questa la classifica delle FP2 a Baku:

Immagine di copertina: Twitter – Red Bull

P300 MAGAZINE

F1 | GP Azerbaijan 2021, FP2: doppietta Red Bull, Perez al comando

Continua a seguirci

Avatar of Gabriele Dri
Gabriele Dri
Nato a Udine 28 anni fa, sono un laureato in ingegneria civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

F1 | GP Azerbaijan 2021, FP2: doppietta Red Bull, Perez al comando

Continua a seguirci