F1 | GP Azerbaijan 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Azerbaijan 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Una giornata da dimenticare per la Renault di 28 Aprile 2019, 22:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo il Gran Premio dell'Azerbaijan.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

"È stata una giornata fantastica. All'inizio, quando ho superato Verstappen, mi è sembrato un buon inizio, ma non abbiamo avuto il tempo di lottare contro le Red Bull in gara. In realtà ero concentrato a tenere a bada le McLaren. Non è stato facile tenerle indietro e ho dovuto guidare con attenzione per tutta la gara. Dopo la VSC sono riuscito a ottenere una buona temperatura nelle gomme e questo mi ha aiutato a rimanere in P6. Sono contento che siamo riusciti a mantenere la nostra posizione, ora possiamo festeggiare una buona giornata per la squadra con entrambe le vetture a punti. Abbiamo un aggiornamento a Barcellona e non vedo l'ora di vedere le nostre prestazioni là".

18 | LANCE STROLL

"È bello essere di nuovo a punti perché è stata una gara molto impegnativa dall'inizio alla fine. Questa è una pista che non ha margini di errore, mantenere la concentrazione è stato un fattore chiave ed è quello che abbiamo fatto oggi. È stato divertente; abbiamo superato le macchine in pista e portato la macchina a casa in P9. Siamo stati fortunati con il contatto tra Kvyat e Ricciardo, perché abbiamo recuperato un paio di posti lì, poi abbiamo superato altre macchine in pista, ma l'auto è stata buona per tutta la gara. Sono davvero contento di dove siamo adesso, ma non c'è dubbio che a metà schieramento la lotta sia decisamente serrata".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"Non è stato un buon weekend per noi, ma una volta partiti, dopo le qualifiche mi sono sentito bene; sono abbastanza sollevato dal fatto che questo fine settimana sia finito, sembra che nulla sia andato per il verso giusto. Spero che Barcellona sarà più positiva".

88 | ROBERT KUBICA

"Non ho mai corso qui a Baku e vorrei ringraziare i meccanici, hanno fatto un lavoro straordinario per rimettere in sesto la vettura a causa del mio errore di ieri; abbiamo deciso di partire dalla corsia dei box e molto presto è stato chiaro che dovevo stare attento in frenata, non è stato facile, ma la priorità oggi era quella di riportare la vettura a casa e ho raggiunto questo obiettivo. Ancora una volta grazie ai meccanici che hanno ottenuto qualcosa di straordinario per far correre la macchina".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"È stato un weekend difficile. Oggi non ho avuto particolare riscontro o nulla da offrire. Stavo spingendo molto forte, mi sembrava di guidare al meglio che potevo, ma non riuscivo a estrarre il massimo dalla macchina. Abbiamo molto da indagare per il futuro, ma forse è uno di quei misteriosi fine settimana che semplicemente accadono. È stato difficile dal primo giro di venerdì e abbiamo costantemente faticato. È un problema per me e per il team, ma passeremo oltre e saremo preparati al meglio per il prossimo".

3 | DANIEL RICCIARDO

"E' stato uno strano incidente quello che mi ha costretto al ritiro, ma è stato un mio errore e mi dispiace per la squadra e per Daniil [Kvyat]. Avevo fretta e non ho pensato lucidamente per qualche secondo. Il team meritava sicuramente di più oggi. Avevamo un buon ritmo per continuare e probabilmente avremmo potuto andare a punti".

TORO ROSSO

23 | ALEXANDER ALBON

“Finire appena fuori dalla zona punti non era proprio quello che volevo. Ho fatto una buona partenza, ma poi mi hanno stretto e ho anche toccato il muro all’uscita di curva 1, quindi nelle successive due curve sono stato un po’ più cauto. Il nostro passo è stato discreto, ma penso che siamo rimasti fuori troppo a lungo e abbiamo perso un po’ di tempo. Dopo la sosta ai box siamo scivolati indietro e il problema è che a centro gruppo siamo tutti molto vicini e serve un passo migliore per recuperare terreno. Alla fine, sono riuscito a fare qualche sorpasso e mi sono anche divertito, questa è la cosa principale”.

26 | DANIIL KYVAT

“Non è stata una delle nostre migliori giornate e abbiamo dovuto ritirare la vettura per colpe non nostre, ma sono cose che succedono nelle corse. Non ho alcun risentimento nei confronti di Daniel: ha riconosciuto il suo errore e adesso voltiamo pagina. Naturalmente, sono un po’ deluso, perché oggi potevamo segnare un punto, ma ormai è andata così. Ieri, la nostra vettura è stata eccezionale in qualifica, ma oggi abbiamo faticato con la gestione delle gomme. Dunque, cercheremo di capire il motivo e poi ci concentreremo sulla prossima gara. Abbiamo un pacchetto competitivo e sono sicuro che arriverà il nostro momento”.



Condividi