F1 | GP Azerbaijan 2019, libere: Racing Point, Renault, Williams, Toro Rosso

F1
GP Azerbaijan 2019, libere: Racing Point, Renault, Williams, Toro Rosso

Giornata nera per la Williams di 26 Aprile 2019, 21:00

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo le prime prove libere del Gran Premio dell'Azerbaijan.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

"È stato un giorno difficile, dopo aver perso tempo prezioso in pista in FP1. Ho avuto un grosso blocco in FP2 con le mie gomme, ma a parte questo sono soddisfatto dei progressi fatti durante la sessione. Spero che stasera possiamo trovare un paio di decimi che ci metteranno in competizione domani. In questo tracciato è necessario fare il maggior numero di chilometri possibile per aumentare la fiducia nel corso del weekend. Non ero tanto fiducioso come negli altri anni qui, ma penso che possiamo migliorare molto domani. La chiave per le qualifiche sarà quella di continuare a costruire il proprio feeling con l'auto e migliorare il nostro bilanciamento. Altre macchine sono molto competitive qui, noi faremo del nostro meglio".

18 | LANCE STROLL

"È stato un inizio difficile di fine settimana, stamattina abbiamo perso tempo, ma è stato lo stesso per tutti. La FP2 è iniziata meglio: avevo un buon ritmo, ma sono finito a muro. È frustrante, ma è quello che è. La squadra ha fatto del suo meglio per riportare l'auto in pista per la fine della sessione. Guarderemo i dati che abbiamo durante la notte e ci concentreremo su come ottenere il maggior numero di giri possibile domani".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"E' stata una giornata difficile, è un peccato per i ragazzi aver passato la giornata di ieri a preparare la monoposto per poi fare solo qualche giro, stavo percorrendo il rettilineo e ho sentito un un botto nel telaio e tutto si è spento. Il piano in questo momento è di andare in debriefing, ascoltare i commenti di Robert e vedere cosa hanno programmato i ragazzi per domani. In generale, oggi è stata una giornata un po' frustrante, ma dobbiamo sfruttare al massimo la situazione e rimarrò positivo per il fine settimana".

88 | ROBERT KUBICA

"Non è stata una giornata ideale, abbiamo perso la FP1, penso che a tutti sarebbe piaciuto avere più tempo per girare in pista, specialmente su un circuito cittadino. La pista è molto difficile. Non ho molta fiducia, stiamo lottando in generale con l'aderenza e non possiamo spingere la vettura perché le gomme non sono in grado di rimanere nella loro finestra operativa. Inoltre, durante la FP2 è stato perso tempo a causa delle bandiere rosse ed è un peccato che non abbiamo potuto avere in pista entrambe le monoposto".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"E' stato un peccato non aver corso così tanto come previsto oggi, ma è stato lo stesso per tutte le squadre in FP1, e un paio di bandiere rosse in FP2. La seconda sessione non è andata bene per noi e abbiamo sofferto di problemi come il riscaldamento delle gomme, il livello di carico aerodinamico e la stabilità in frenata. Ciò ha reso tutto impegnativo, ma ci metteremo a trovare delle soluzioni per domani".

3 | DANIEL RICCIARDO

"Oggi è andata un po' a singhiozzo. Nella seconda sessione, ho avuto un giro pulito che non era poi tanto male, in quel momento. Abbiamo avuto dei grandi bloccaggi su entrambe le mescolae di gomme. Abbiamo alcune cose da sistemare prima di domani, in particolare cercando di rendere la macchina più morbida in frenata".

TORO ROSSO

23 | ALEXANDER ALBON

“Oggi abbiamo avuto a disposizione solamente una sessione di prove libere, ma penso sia stata una scelta corretta considerando i rischi per la sicurezza. La macchina nelle Libere 2 è stata subito veloce. Abbiamo fatto un buon lavoro di preparazione e, prima di passare ai run con alto carico di carburante, siamo riusciti a fare anche alcuni giri veloci. Dobbiamo solo affinare qualcosa, ma sento di poter migliorare ancora adesso che so come affrontare questa pista a bordo di una Formula 1”.

26 | DANIIL KYVAT

“È stata una giornata abbastanza strana: a parte il giro di installazione, nelle Libere 1 non abbiamo praticamente girato e nella seconda sessione è successo qualcosa con il volante, quindi abbiamo dovuto prenderci del tempo per sistemarlo. Abbiamo perso un po’ di tempo e, di conseguenza, quando sono andato in pista ho dovuto trovare velocemente il limite. Sfortunatamente, ho fatto un bloccaggio e poi ho avuto del sovrasterzo che mi ha portato a urtare il muro. Ma guardando il lato positivo, prima di quell’incidente la vettura dava buone sensazioni, quindi domani continueremo a spingere per migliorare ulteriormente”.



Condividi