F1 | GP Austria, Vettel penalizzato di tre posizioni per aver bloccato Sainz in qualifica

F1 | GP Austria, Vettel penalizzato di tre posizioni per aver bloccato Sainz in qualifica

Brutte notizie per la Ferrari nel pomeriggio di Spielberg. Sebastian Vettel è stato infatti penalizzato di tre posizioni in griglia per aver bloccato la Renault di Carlos Sainz durante le qualifiche del Gran Premio d’Austria, precisamente nelle fasi finali del Q2. Con questa penalità Vettel passa dal terzo al sesto posto in griglia.

Gli steward, dopo aver ascoltato Vettel, Sainz ed i rappresentanti dei team, hanno optato quindi per la penalità. Vettel ha dichiarato di aver superato Sainz durante il suo giro veloce in Q2 tra le curve 7 ed 8, e di essere convinto che lo spagnolo stesse per rientrare ai box. Questo non è successo e così quando Sainz ha iniziato il suo giro veloce, con Vettel invece in rallentamento, è avvenuto il raggiungimento all’altezza di curva 1. Sainz si è trovato davanti la Ferrari lenta ed in traiettoria e ha dovuto andare largo abortendo il giro. 

Nonostante Sainz abbia comunque passato il Q2 e Vettel si sia difeso sostenendo di non essere stato informato dal team e di non aver visto l’arrivo della Renault dagli specchietti, i commissari hanno applicato il regolamento all’articolo 31.5 confermando le tre posizioni ed un punto sulla patente del tedesco, che passa così da 5 a 6 negli ultimi 12 mesi.

La nuova griglia vede Bottas ed Hamilton in prima fila, Raikkonen e Verstappen in seconda, Grosjean e Vettel in terza.

Segue il comunicato ufficiale della FIA.

F1 | GP Austria, Vettel penalizzato di tre posizioni per aver bloccato Sainz in qualifica 1

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,526FansLike
867FollowersFollow
1,632FollowersFollow
F1 | GP Austria, Vettel penalizzato di tre posizioni per aver bloccato Sainz in qualifica 3
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE