F1 | GP Austria: Leclerc splendida pole, Hamilton 2° ma investigato. Vettel non gira in Q3

F1
GP Austria: Leclerc splendida pole, Hamilton 2° ma investigato. Vettel non gira in Q3

Il monegasco infila la seconda pole in carriera. Hamilton e Raikkonen dai commissari per impeeding dell'inglese di 29 Giugno 2019, 16:16

Charles Leclerc ha conquistato la pole position per il Gran Premio d'Austria 2019. Il pilota monegasco è alla sua seconda partenza al palo della carriera: con il tempo di 1:03.003 ha ottenuto anche il record del Red Bull Ring davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton. Il campione in carica inglese, però, è sotto investigazione per impeeding per un episodio risalente alla Q1 con Kimi Raikkonen. Il finlandese è stato infatti ostacolato in un suo giro veloce alla frenata di curva 3, quando Hamilton non è riuscito a spostarsi in modo sufficiente. I due piloti saranno ascoltati dai commissari dopo le qualifiche.

Seconda fila e terza posizione per Max Verstappen. L'olandese della Red Bull, spinto dal pubblico, si è messo dietro la Mercedes di Valtteri Bottas, quarto. Fantastico giro di Kevin Magnussen con la Haas. Il danese si qualifica quinto ma partirà decimo per una penalità da scontare, per sostituzioni di componenti sulla sua Haas. Partirà decimo. Davanti a lui, in nona posizione, l'altra Ferrari di Sebastian Vettel. Nel team di Maranello la soddisfazione per la pole di Leclerc è compensata dal problema alla PU che ha vietato al tedesco di girare in Q3. 

In penalità per sostituzioni varie ci sono anche Sainz, Hulkenberg ed Albon. Si attende, inoltre, la decisione dei commissari sul caso Hamilton-Raikkonen. La Ferrari partirà con gomme soft in gara rispetto alle medie della Mercedes.

CRONACA

Q1 | Alfa Romeo, Williams e Stroll i primi a scendere in pista per la prima parte delle qualifiche. Il primo tempo che ne esce è quello di Giovinazzi in 1:05.027, davanti di tre decimi rispetto a Kimi Raikkonen. Proprio il finlandese viene ostacolato da Hamilton al rampino di curva 3 nel suo secondo giro veloce. Bene invece le Ferrari che si portano in testa con Leclerc e Vettel prima che Gasly si porti tra le due Rosse, che montano però gomme medie già in Q1. Dopo metà sessione le due Ferrari sono ancora in testa con Leclerc davanti a Vettel, seguono Gasly, Hamilton, Verstappen, Norris, Bottas. Verstappen con un nuovo giro si porta in seconda posizione a 201 millesimi da Leclerc e con un solo millesimo di vantaggio su Vettel. A due minuti dal termine Hamilton e ottavo con Bottas dodicesimo. Il finlandese torna in pista per un nuovo giro così come quasi tutti, visto che i tempi sono tutti vicini. Grande rischio per Kvyat che in ingresso della penultima curva si trova davanti diverse monoposto lente tra cui la Williams di Russell, quasi in traiettoria. Il russo è costretto a scartare oltre il cordolo perdendo il suo giro. E proprio Kvyat, al termine della sessione, resta escluso insieme alle Williams e alle Racing Point. Viene comunicato che verrà investigato dopo le qualifiche l'episodio tra Russell e Kvyat, mentre quello tra Hamilton e Raikkonen non viene neanche annotato.

Q2 | Arriva a Q2 iniziato la notizia dell'annotazione dell'episodio tra Hamilton e Raikkonen. 1.03.936 è il primo tempo di Valtteri Bottas, con Hamilton dietro di due decimi e Verstappen che si mette invece davanti a tutti. I primi tre hanno gomme medie mentre le Ferrari sono in pista con soft. Leclerc fa segnare il miglior tempo in 1:03.459, Vettel è secondo in 1:03.667. Hamilton e Raikkonen, intanto, saranno chiamati dai commissari dopo le qualifiche. La top ten a sette minuti e mezzo dal termine vede Ferrari, Mercedes, Red Bull, Alfa Romeo, Norris e Magnussen a posto per il passaggio in Q3. I tempi però sono molto ristretti. Le Mercedes tornano in pista a quattro minuti dal termine con Bottas che migliora andando in quarta posizione davanti a Hamilton e l'inglese che abortisce il primo giro. Gli ultimi passaggi vedono le due Alfa confermare la Q3 dietro i top team insieme a Norris e Magnussen. Restano esclusi Grosjean, Hulkenberg, Albon, Ricciardo, Sainz. Intanto si palesa un problema alla Ferrari per Sebastian Vettel, che non è poi uscito per un altro tentativo in Q2. 

Q3 | Sulla Ferrari di Vettel il cofano motore è aperto. Intanto escono in pista le due Alfa Romeo, che hanno anche il tempo di far segnare i primi due tempi con Raikkonen davanti a Giovinazzi per otto millesimi. Scendono in pista anche tutti gli altri piloti mentre le tribune del Red Bull Ring inneggiano a Max Verstappen. Il primo giro di tempi premia Charles Leclerc con il tempo di 1:03.208. Il monegasco ha tre decimi e mezzo di vantaggio su Bottas, sei e mezzo su Verstappen e sette su Hamilton. Intanto finisce la qualifica di Sebastian Vettel, che scende dalla Ferrari ringraziando comunque i meccanici per aver tentato il possibile sulla sua SF90. Il tedesco partirà in decima posizione. A due minuti dal termine si torna tutti in pista - tranne il tedesco - per l'ultimo tentativo. C'è tanto traffico nelle ultime due curve. Lewis Hamilton migliora in 1:03.262, Verstappen si porta in terza posizione e Charles Leclerc migliora in 1:03.003 prendendosi la pole ed il record della pista. Kevin Magnussen è ottimo quinto (anche se sarà penalizzato di cinque posizioni) davanti a Norris, Raikkonen, Giovinazzi, Gasly e Sebastian Vettel. 

Seguono i tempi delle qualifiche. Ricordiamo che i penalizzati per sostituzioni sulle loro monoposto sono Magnussen, Sainz, Hulkenberg, Albon.



Condividi