F1 | GP Austria 2024: anteprima di Spielberg

F1 | GP Austria 2024: anteprima di Spielberg

AnteprimeF1GP AustriaGran Premi
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
26 Giugno 2024 - 14:15
Home  »  AnteprimeF1GP AustriaGran PremiTop

Segue l’anteprima del GP Austria 2024 di P300.it

Dopo la prima tappa in Spagna, il primo triple header della stagione di F1 vede team e piloti spostarsi subito a Spielberg per il GP Austria 2024, 11a tappa del mondiale.

43° GP Austria
37a edizione valevole per il mondiale di F1
GP 11/24 – 28/30 giugno 2024
Gran Premio #1112

Mappa e StatisticheAlbo d’oro e Orari
Anteprima Pirelli – Anteprima Brembo

Si arriva tra le colline austriache dopo un GP di Spagna che ha visto, ancora una volta, vincere Max Verstappen. Il campione del mondo in carica, partito alle spalle di Lando Norris, ha portato a casa una vittoria preziosa, non la prima di questa stagione in condizioni tecniche non dominanti come eravamo abituati a vedere nelle precedenti stagioni. Così come ad Imola, Verstappen ha dovuto gestire il vantaggio nelle fasi finali dal rientro di Lando Norris, autore della Pole e con un passo gara ancora invidiabile nella fase finale.

La McLaren è diventata la rivale più accreditata almeno per le vittorie di tappa, in un mondiale che al momento vede Verstappen con 69 punti di vantaggio proprio su Norris. Il team di Woking ha indubbiamente svolto il lavoro migliore tra i rivali di Milton Keynes, recuperando terreno progressivamente da metà del 2023. Forse, ciò che manca ancora, è lo step decisivo a livello di gestione gara in termini di strategie e aggressività per poter lottare alla pari con la Red Bull. Dal punto di vista delle prestazioni, invece, la MCL38 si sta dimostrando in alcuni frangenti anche più efficace della RB20.

Buono anche il salto svolto da Mercedes, terza e quarta a Barcellona con Lewis Hamilton sul podio davanti a George Russell. La W15 ha fatto passi avanti importanti da inizio stagione e già dal Canada si erano visti miglioramenti importanti. Da rivedere invece la Ferrari, abbonata al quinto e sesto posto sia in qualifica che in gara con Charles Leclerc e Carlos Sainz e alle prese, oltretutto, con una piccola faida interna tra i due piloti, fatta di accuse reciproche e scaramucce via radio. Non di certo la situazione migliore, anche se prevedibile con Sainz appiedato in vista 2025 in favore di Hamilton.

Il Gran Premio d’Austria si disputa sul Red Bull Ring, ovvero il vecchio A1 Ring utilizzato fino al 2003, entrato in possesso del colosso austriaco l’anno successivo e sottoposto a pesante restyling nelle sue strutture per poter tornare a far parte del calendario iridato a partire dal 2014. In origine i lavori di ristrutturazione dovevano coinvolgere anche la parte antica del tracciato, utilizzata fino al 1987.

Il tracciato è costituito da diversi saliscendi dovuti alla conformazione del terreno e da due curve secche che corrispondono alle prime due del tracciato. Motivo in più per dover porre molta attenzione alla partenza, cosa che non fece ad esempio David Coulthard quando colpì al tornantino il compagno Mika Hakkinen nel 1999. Per il resto si tratta di curve a medio ed ampio raggio che rendono il circuito piuttosto veloce nel secondo e nel terzo settore.

Dopo una prima edizione non valevole per il Mondiale, il Gran Premio d’Austria ha fatto il suo debutto nel circus della Formula 1 nel 1964 sull’aerodromo di Zeltweg, un tracciato ricavato all’interno di un aeroporto militare, così come si era fatto per Silverstone. Il circus sarebbe ritornato in Austria solo sei anni dopo, nel 1970, questa volta ospite di un autodromo permanente a tutti gli effetti, l’Osterreichring, abbandonato poi nel 1987.

Nel 2020 e 2021 la pista di Spielberg ha ospitato, per far fronte all’emergenza Covid, due eventi distinti, il Gran Premio d’Austria e quello di Stiria.

Dopo le numerose polemiche della scorsa stagione sui track limits, è stato deciso di porre fuori dai cordoli delle ultime due curve, la 9 e la 10, due strisce di ghiaia al fine di disincentivare i piloti dall’andare troppo larghi in uscita. Sarà curioso capire se il deterrente otterrà gli effetti sperati.

Per questo appuntamento, Pirelli porta in pista gomme C3, C4 e C5, le più morbide tra le mescole a disposizione.

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#14 | GP BELGIO
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

26/28 luglio | Spa-Francorchamps
Circuit de Spa-Francorchamps | 44 Giri

#belgiangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live