F1 | GP Austria 2024, analisi: Red Bull imperfetta al pit e in “gestione” penalità di Norris. L’inglese recupera quattro secondi e mezzo in un colpo

F1 | GP Austria 2024, analisi: Red Bull imperfetta al pit e in “gestione” penalità di Norris. L’inglese recupera quattro secondi e mezzo in un colpo

AnalisiF1GP AustriaGran Premi
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
30 Giugno 2024 - 18:45
Home  »  AnalisiF1GP AustriaGran Premi

Una rarità si verifica al box Red Bull, con il secondo pit di Verstappen che offre a Norris la possibilità di attaccare l’olandese

Red Bull lascia la sua pista di casa con l’amaro in bocca per una vittoria scappata negli ultimi giri di gara nel GP Austria 2024. Il team austriaco, però, deve recriminare con se stesso per la gestione dell’ultima parte della corsa, nella quale ha commesso almeno un paio di errori che hanno dato il là agli eventi finali.

L’episodio che ha cambiato il corso della gara si è verificato al 52° giro, quando Max Verstappen e Lando Norris sono rientrati ai box contemporaneamente per la seconda ed ultima sosta. La stessa scena si era vista anche in occasione della prima sosta, con un’investigazione per unsafe release nei confronti dell’olandese poi finita in niente.

Verstappen è arrivato in piazzola per il secondo pit con sette secondi e mezzo di vantaggio sulla McLaren ed è uscito con appena tre. È il risultato di due eventi combinati: il primo un problema con la gomma posteriore sinistra, che ha faticato ad essere estratta e ha fatto perdere un paio di secondi preziosi. Il secondo è il fatto che, perso l’attimo per ripartire, l’olandese è stato lasciato fermo per consentire proprio a Norris di passare per evitare un unsafe release. Le due situazioni, combinate, hanno portato ad un pit lungo quasi sette secondi.

A questo si aggiunge il fatto che Verstappen è uscito dai box con un treno di gomme usate di tre giri, mentre la McLaren ha potuto fare affidamento su un treno completamente nuovo. Un piccolo errore in curva 4 di Verstappen proprio nel giro di uscita ha poi permesso a Norris di entrare in zona DRS e, con tre zone consecutive da sfruttare per spalancare l’ala, è iniziata la lotta per la vittoria che ha portato al contatto tra i due.

Se la gestione del pit può anche essere considerata per certi versi sfortunata nel timing, quella della lotta tra Verstappen e Norris ha messo in crisi ulteriormente il muretto Red Bull. Nel momento in cui Norris è incappato nel quarto track limits nel corso del 62° passaggio, finendo sotto investigazione, era chiaro e automatico che sarebbero arrivati cinque secondi di penalità, notificati poi appena dopo il contatto tra i due.

Pur senza la certezza della sanzione, Red Bull ha avuto oltre tre minuti per informare Verstappen della violazione e del fatto che Norris avrebbe molto probabilmente ricevuto una penalità, consigliando all’olandese di non esagerare con le difese nei diversi tentativi di attacco portati dall’inglese. Dai team radio, però, non emerge che l’olandese sia stato messo al corrente della questione.

Il resto è storia, con il contatto del 64° passaggio che ha spento i sogni di vittoria sia di Verstappen che, soprattutto, di Norris, costretto a ritirarsi. Una battuta d’arresto che, ulteriore beffa per la McLaren, ha permesso comunque all’olandese di allungare in classifica nonostante gli errori suoi e del team negli ultimi venti giri di gara.

Immagine di copertina: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEWINFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
FP2: Ven 17:00-18:00
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: )
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: )

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live