F1 | GP Austria 2021, la cronaca delle qualifiche

Pole position per Verstappen su Norris e Perez

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Austria 2021, con Verstappen in pole davanti a Norris e Perez.

Q1

Dopo un anno le tribune del Red Bull Ring sono finalmente gremite di tifosi, ovviamente in salsa orange. Mazepin è il primo a scendere in pista insieme al suo compagno Schumacher con le due Haas. Il primo tempo è del russo in 1:07.106, ma Mick migliora di quasi un secondo. Stroll scende a 1:05.434, ma viene passato prima da Vettel, poi da Tsunoda e dalle Alfa. Arrivano però subito i big: Verstappen stampa un 1:04.249 che lo porta in prima posizione, seguito da Hamilton, Bottas, Sainz, Norris, Perez, Ricciardo, Leclerc.

Il tempo di Gasly viene cancellato per track limits alla curva 9. La classifica si aggiorna con i secondi tentativi. Vettel sale in nona posizione per poi scendere in decima al passaggio di Giovinazzi, mentre a rischio ci sono Latifi, Ocon, Gasly, Schumacher e Mazepin. Ottimo, intanto, il terzo tempo di Fernando Alonso con l’altra Alpine. A due minuti dal termine escono i piloti a rischio. Il risultato delle ultime tornate vede Daniel Ricciardo salvarsi per poco, mentre vengono eliminati Raikkonen, Ocon, Latifi, Schumacher e Mazepin.

Q2

Sergio Perez è il primo a scendere in pista nella seconda parte della qualifica. Il messicano completa un giro in solitaria che completa in 1:04.554 con gomma media.

Nessun altro è ancora in pista, tutti si studiano per capire chi scenderà per primo in pitlane. Come di consueto, poi, tutti insieme escono dal loro box.

Red Bull, Mercedes, McLaren e Ferrari sono su media. Hamilton va in testa con 1:04.501, ma poi arrivano tutti gli altri: Verstappen va in testa con 1:04.208, mentre dietro di lui la classifica si aggiorna rapidamente.

Norris è secondo con lo stesso tempo di Perez, poi ci sono Vettel, Hamilton, Stroll, Gasly, Bottas, Russell e Tsunoda. Le Ferrari sono al momento escluse con Sainz 11° davanti a Leclerc. Si torna in pista a 3 minuti dal termine per gli ultimi giri che valgono l’accesso alla Q3.

Alla fine a spuntarla c’è un grande George Russell che porta la Williams in Q3 con il decimo tempo e gomma media. Restano esclusi Sainz, Leclerc, Ricciardo, Alonso e Giovinazzi. Lo spagnolo recrimina per aver trovato Sebastian Vettel lento davanti a lui alla fine di giro che gli avrebbe permesso sicuramente di accedere alla Q3. Il tedesco si arrabbia anche con il suo ingegnere ma rischia una penalità.

Q3

Mercedes, Red Bull, Aston Martin, AlphaTauri, Russell e Norris si giocano la Q3. I piloti scendono in pista con il cronometro che segna i nove minuti dal termine. Vettel gira in 1:04.580 ma viene sopravanzato da Gasly e Norris in 1:03.958. Il tempo dell’inglese è buonissimo, tanto da permettergli di stare davanti alle Mercedes di Hamilton e Bottas mentre davanti a lui arriva il solo Verstappen. L’olandese va in testa con 1:03.720 ed oltre due decimi sulla McLaren. Perez è quinto davanti a Gasly, Vettel, Tsunoda e Stroll.

Si ritorna in pista a due minuti dal termine. Verstappen non migliora, Lando sì e arriva a 48 millesimi da Max che conquista la pole! Perez migliora a sua volta e mette un’altra macchina tra il compagno e le Mercedes, portandosi in terza posizione davanti a Hamilton e Bottas. Seguono le AlphaTauri di Gasly e Tsunoda e l’Aston Martin di Vettel in attesa di decisioni sull’episodio con Alonso. Russell (gran qualifica la sua) e Stroll completano la top ten.

Immagine di copertina: Twitter – Red Bull Racing

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS