Matomo

F1 | GP Austria 2020, Bottas vince davanti a Leclerc e Norris una gara completamente pazza

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Impossibile raccontare in poche parole quanto successo nel Gran Premio d’Austria che apre la stagione di Formula 1. Il poleman Valtteri Bottas, con la Mercedes, vince sudando 70 camicie la prima gara dell’anno. Dietro di lui giunge Lewis Hamilton, ma una penalità di cinque secondi per un contatto con Alex Albon – ancora una volta – lo porta giù dal podio, dove salgono un incredibile Charles Leclerc con la Ferrari ed un fantastico Lando Norris con la McLaren.

Undici piloti al traguardo, tre Safety Car, un finale di gara da cineteca che riporta la Formula 1 a farsi sentire dopo questi mesi di Lockdown.

La gara vive di parti ben distinte: nella prima Bottas comanda agevolmente su Verstappen, Albon e Hamilton. L’inglese torna in fretta secondo quando, dopo aver superato di forza il thailandese, approfitta del ritiro di Max Verstappen per lanciarsi alla rincorsa del compagno di squadra.

La prima interruzione del 26° giro per l’uscita di pista di Kevin Magnussen “obbliga” al pit tutti i piloti, con il gruppo che viene compattato. Si comincia con un’altra gara in cui Hamilton va alla caccia di Bottas per la prima posizione.

Al 51° giro la seconda Safety Car, che si è intrattenuta in pista fino al 61° con un leggero intermezzo, scombina tutti i piani. Negli ultimi 11 giri succede di tutto. Chi si è fermato una seconda volta è più veloce, mentre le Mercedes iniziano ad accusare problemi di temperature. Albon, terzo, tenta di passare Hamilton ma viene spedito in ghiaia con un contatto, che costerà il podio all’inglese. Charles Leclerc e Lando Norris tornano in corsa e il monegasco, specialmente, fa le magie con due sorpassi sull’inglese e su Perez da antologia, dopo una prima part e di gara dove la Ferrari aveva mostrato gli stessi limiti delle qualifiche.

Hamilton tenta di riattaccarsi a Bottas ma, con i cinque secondi di penalità, finisce alle spalle della Ferrari e della McLaren. Quinto è Carlos Sainz davanti a Sergio Perez (penalizzato anche lui), Gasly è settimo davanti ad Ocon, Giovinazzi e Sebastian Vettel. Per il tedesco l’anno inizia con un testacoda nel 31° giro che gli rovina la gara.

Nove i ritirati: Kvyat (gomma esplosa), Albon, Raikkonen (perde una ruota avvitata male), Russell, Grosjean, Magnussen, Stroll, Ricciardo e Verstappen.

A seguire la cronaca completa della gara. Segue il risultato finale.

Immagine

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

F1 | GP Austria 2020, Bottas vince davanti a Leclerc e Norris una gara completamente pazza 1
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE