F1 | GP Austria 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

F1
GP Austria 2019: Racing Point, Williams, Renault, Toro Rosso

Weekend fuori dalla zona punti per Racing Point, Toro Rosso, Williams e Renault di 01 Luglio 2019, 10:30

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Force India, Williams, Renault e Toro Rosso dopo il Gran Premio d'Austria.

RACING POINT

11 | SERGIO PEREZ

"Oggi abbiamo dato tutto, ma i punti erano fuori portata. La mia partenza è stata buona, ma ho chiuso la gara alla terza curva, cercando di superare Giovinazzi ed è praticamente dove sono rimasto per il resto della gara, cercando di inseguirlo. Non c'era molta differenza tra i pneumatici soft e medium nella prima parte della gara e la maggior parte delle macchine davanti a noi avevano una strategia molto simile. Non c'erano reali opportunità di fare qualcosa di diverso. È sempre frustrante finire in P11, ma è la realtà della nostra velocità".

18 | LANCE STROLL

"Non è stata sicuramente la nostra gara oggi. Il primo stint sembrava promettente e io ero a caccia di Hulkenberg e Perez, ma poi abbiamo avuto alcuni problemi con la Power Unit da gestire per circa dieci giri, che credo ci siano costati cinque o sei secondi. Non sono sicuro di cosa sia successo, ma abbiamo avuto un problema con il misuratore di flusso del carburante, quindi abbiamo dovuto cambiare la mappatura, il che ci è costato un altro posto contro Ricciardo. Quindi nel complesso, è stato un pomeriggio difficile di sicuro, ma guardiamo già a Silverstone e non vediamo l'ora che arrivi la gara di casa del team".

WILLIAMS

63 | GEORGE RUSSELL

"Sono riuscito a combattere contro le Toro Rosso e le Haas all'inizio, e sono riuscito a bloccare Magnussen nelle fasi finali. Siamo comunque ancora molto lontani, ma ci sono alcuni aspetti positivi in tutto questo. Quei giri nelle fasi iniziali sono stati buoni, sono riuscito a prendere Robert e Daniil Kvyat in un colpo, il che è stato sorprendente e bello, stavo spingendo in ogni giro, e sono contento che sia stato notato. Dobbiamo essere pazienti adesso e aspettare per un po' di carico aerodinamico sulla monoposto".

88 | ROBERT KUBICA

"È stata una gara difficile, il ritmo non c'era, ho guadagnato alcune posizioni nel giro iniziale, ma poi la manovrabilità è stata pessima, ho provato a difendermi ma era difficile tenere le macchine dietro di me. Mi mancava totalmente il grip e scivolavo via e basta, in queste condizioni caldissime, con molto surriscaldamento e con le gomme che soffrivano molto".

RENAULT

27 | NICO HULKENBERG

"Non possiamo essere felici di questo fine settimana. Abbiamo avuto svariati problemi sulla macchina oggi e ha reso difficile lavorare in pista. Oggi non disponevamo di un'auto degna di andare a punti e non avevamo il passo per raggiungere nessuno durante le fasi centrali o più avanzate della gara. Nel corso degli anni, l'Austria ha dimostrato di essere un circuito piuttosto particolare. Useremo questa settimana al massimo, analizzeremo i dati e vediamo cosa fare per avere alcuni miglioramenti prima di Silverstone".

3 | DANIEL RICCIARDO

"È stato un weekend difficile, sicuramente. Dal primo giro oggi è stato tutto complicato e ho faticato ad avere. Siamo migliorati man mano che la gara progrediva, alla fine abbiamo gestito un discreto stint sulle gomme soft, ma probabilmente era un po' troppo tardi. Dobbiamo capire perché questo fine settimana è stato così difficile. Ci sono cose che possiamo migliorare, ma non darò tutta la colpa alla macchina. Mi guarderò e vedrò cosa posso fare meglio. Qualcosa non è andato bene questo fine settimana e anche Nico condivideva gli stessi pensieri. Faremo del nostro meglio per capire tutto e superare tutto questo".

TORO ROSSO

23 | ALEXANDER ALBON

“Sfortunatamente, oggi non avevamo il passo giusto. Il primo stint è stato duro, non eravamo abbastanza veloci. La seconda parte della gara non è stata male, ma abbiamo pagato il tempo perso durante il primo stint. È un boccone amaro da mandare giù, perché venerdì i nostri long run erano stati piuttosto competitivi e sono due gare di fila che ci ritroviamo a faticare con il bilanciamento della vettura, dobbiamo capire dove possiamo migliorare”.

26 | DANIIL KYVAT

“Certamente non è stata una delle più belle gare della mia vita. Oggi avevo più carico aerodinamico, quindi ero un facile bersaglio. Non era semplicemente la nostra giornata. È stato uno di quei weekend in cui siamo stati lontani da tutto. Ma sappiamo di poter fare decisamente meglio di così, dunque adesso dobbiamo resettare tutto e guardare avanti. Ci metteremo questi ultimi due appuntamenti alle spalle e cercheremo di tirare fuori il meglio dalla macchina per le prossime gare”.



Condividi