F1 |  GP Australia 2019, Gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

F1
GP Australia 2019, Gara: Mercedes, Ferrari, Red Bull

Bottas e la Mercedes dominano a Melbourne. Sorride la Red Bull. Sprofondo Ferrari di 17 Marzo 2019, 13:26

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull al termine del Gran Premio d'Australia, prima prova del Mondiale 2019. Valtteri Bottas ha dominato a Melbourne, portando a casa anche il punto aggiuntivo del giro record. Lewis Hamilton completa la doppietta Mercedes, anche se staccato e braccato da Max Verstappen, convincente al volante della Red Bull motorizzata Honda. Male sia le Ferrari che Pierre Gasly. Sebastian Vettel e Charles Leclerc incappano in un weekend da incubo, finendo 4° e 5° a quasi un minuto. Il francesino della Red Bull s'impantana dietro Daniil Kvyat e chiude appena 11°.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"E' stato un weekend incredibile per il team, dato che lasciamo Melbourne con il massimo dei punti disponibili. Valtteri ha svolto un lavoro eccezionale oggi, e a lui vanno i miei complimenti. Per quel che mi riguarda, ho avuto una gara abbastanza lineare. Ho perso una posizione al via e la mia gara per la vittoria è finita lì in pratica. Ho dovuto solo pensare a portare la macchina al traguardo in quella posizione. Mi sono fermato presto ai box per coprire la strategia della Ferrari, vivendo così un secondo stint molto lungo, nel quale ho dovuto guidare con molta attenzione per preservare gli pneumatici fino alla fine. Raccolgo i diciotto punti ottenuti oggi, continuerò a lavorare e tornerò carico per la prossima gara. È stato un weekend fantastico per il team e sono davvero felice per tutti. Oggi abbiamo dimostrato di essere forti e dobbiamo continuare così".

77 | VALTTERI BOTTAS

"Mi sento alla grande. Non credo di aver mai corso una gara del genere nella mia carriera e non credo avremmo potuto sperare in un inizio di stagione migliore. Abbiamo ottenuto il massimo dei punti disponibili e non potremmo essere più felici. È anche un risultato importante per me dal punto di vista personale e sono davvero contento di com'è andata la gara. Queste cose non accadono per caso: sia io che la squadra abbiamo lavorato duro e oggi tutto quello che abbiamo fatto è stato ripagato. La chiave è stata la partenza. Lewis ha fatto pattinare gli pneumatici ed io ne ho approfittato per andare in testa. Ho avuto un gran ritmo, creando man mano un bel gap con gli altri. Alla fine ho anche ottenuto il giro record e il punto extra. Poteva essere un rischio con gli pneumatici usurati, ma ho avuto tutto sotto controllo. Sono davvero felice di come siano andate le cose oggi, ma siamo solo all'inizio".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

"Non siamo stati soddisfatti dalla nostra vettura per tutto il weekend, ma oggi in gara abbiamo sofferto tanto. Il motivo per cui ero così lento in gara è stato dovuto principalmente al fatto che non avevo abbastanza grip con le gomme medie, montate al pit-stop. Come squadra, abbiamo messo assieme una discreta quantità di punti, ma questo non è il risultato al quale miravamo solo poche settimane fa. Quindi nei prossimi giorni analizzeremo i dati nel dettaglio, in modo da essere pronti per la prossima gara, che non è molto lontana. Sono sicuro che ciò ci fornirà una migliore comprensione di quanto successo. Non potevamo fare di più oggi".

16 | CHARLES LECLERC

"Sono partito bene, riuscendo a superare Verstappen e ad affiancarmi con Sebastian, il quale stava combattendo con una Mercedes. Questo ha comportato il fatto che ho dovuto mettere le ruote sull'erba in uscita dalla prima esse, permettendo a Max di tornarmi davanti. Nelle prime fasi la macchina non era facile da guidare, portandomi a fare un piccolo errore in curva 1, costatomi una manciata di secondi. Al pit abbiamo deciso di montare le hard, e devo dire che da quel momento in poi la macchina è migliorata molto e sono stato in grado di spingere. Verso la fine ho chiuso il gap con Sebastian, ma il team ha deciso di mantenere le nostre posizioni, dato che i primi tre posti non erano alla nostra portata. Ora lavoreremo con gli ingegneri per cercare di capire il perché le cose non siano andate bene, anche se abbiamo portato a casa un discreto bottino di punti".

a

RED BULL

10 | PIERRE GASLY

"E' stata una gara molto difficile per me. Con le nuove ali posteriori più grandi non ho potuto vedere bene le luci sulla griglia, dovendo reagire in base alle monoposto che avevo intorno a me. Ciò mi ha fatto perdere un paio di posizioni. Quindi sono rimasto bloccato nel traffico, e anche con il DRS è davvero difficile superare su questa pista. Inoltre, avevo anche l'ala anteriore leggermente danneggiata da alcuni detriti. Ho passato tutta la gara a cinque decimi da chi avevo davanti; ma la monoposto scivolava e non riuscivo a passare. Ho fatto di tutto per arrivare a punti, ma non ce l'ho fatta. In generale, comunque, il ritmo avuto qui è stato buono. In qualifica è vero che sono stato eliminato in Q1, ma ero molto contento del mio primo giro. Il Bahrain è una gara che mi piace tanto e abbiamo visto che la RB15 è competitiva. Perciò terremo la testa bassa, resteremo concentrati e daremo il massimo anche tra due settimane".

33 | MAX VERSTAPPEN

"Sono davvero contento sia per il team che per la Honda. Dato il gran lavoro svolto finora tutti assieme, questo podio è un risultato meritato. Esser stati in grado di poter sfidare Lewis e superare Sebastian su questa pista è davvero positivo per noi. Vero che avevamo un piccolo vantaggio con gli pneumatici, ma è stato bello pressare Lewis, pur se non sono riuscito ad avvicinarmi abbastanza da superarlo. La macchina è andata molto bene, risultando molto forti sui rettilinei. Speriamo sia di buon auspicio per il resto della stagione. Tornando alla Honda, ho saputo che questo di oggi è il loro primo podio dal 2008. Sono felice di aver raggiunto questo risultato".



Condividi