F1 | GP Abu Dhabi, Ferrari multata per la discrepanza nella benzina di Leclerc

F1 | GP Abu Dhabi, Ferrari multata per la discrepanza nella benzina di Leclerc

La Ferrari è stata multata per un importo di 50.000€ per la discrepanza tra la benzina comunicata alla FIA e quella riscontrata prima del via del Gran Premio di Abu Dhabi sulla SF90 di Charles Leclerc. Nessuna penalità per il pilota che, quindi, mantiene il podio con il terzo posto ottenuto durante la gara di Yas Marina e chiude così il suo brillante 2019.

Il risultato di gara era infatti in sospeso per un’investigazione relativa al quantitativo di benzina comunicato dal team alla FIA, risultato differente da quanto rilevato prima del via. 

I team, infatti, devono comunicare l’ammontare di carburante che introdurranno in serbatoio e con il quale le vetture effettueranno i giri pre schieramento, quello di ricognizione, la gara, il giro di rientro e tutte le accensioni necessarie nel pregara.

La rilevazione della FIA, effettuata alle 16.28 (le 13.28 italiane) ha riscontrato una differenza di 4.88kg rispetto a quanto comunicato e quindi è stata aperta un’investigazione che si è protratta oltre l’arrivo del GP. Alle 22.08, le 19.08 italiane, la pubblicazione del provvedimento che solleva Leclerc da ogni penalità e penalizza esclusivamente il team con una multa di 50.000€.

Termina così ufficialmente la stagione 2019 della Ferrari. 

Segue il comunicato ufficiale.

F1 | GP Abu Dhabi, Ferrari multata per la discrepanza nella benzina di Leclerc 2

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,513FansLike
868FollowersFollow
1,634FollowersFollow
F1 | GP Abu Dhabi, Ferrari multata per la discrepanza nella benzina di Leclerc 4
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE