F1 | GP Abu Dhabi 2023, gara: Verstappen chiude vincendo davanti a Leclerc e Russell. Mercedes al 2° posto nel Costruttori

F1GP Abu DhabiGran Premi
Tempo di lettura: 5 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
26 Novembre 2023 - 16:15
Home  »  F1GP Abu DhabiGran PremiTop

Max Verstappen chiude un anno irripetibile vincendo anche il GP Abu Dhabi 2023. Mercedes seconda per tre punti su Ferrari

Max Verstappen ha chiuso un 2023 indimenticabile vincendo anche il GP Abu Dhabi 2023. Per l’olandese l’anno si chiude con la vittoria numero 19 della stagione, la 54a totale che lo porta in solitaria al terzo posto dietro Lewis Hamilton (103) e Michael Schumacher (91).

Quella dell’olandese è stata una gara condotta sin dall’inizio. Dopo aver rintuzzato due attacchi di Leclerc nel corso del primo giro, Verstappen ha potuto comandare la corsa mantenendo un vantaggio di sicurezza sul monegasco e sul resto del gruppo, portando così a casa la quarta vittoria di fila sul tracciato che gli regalato il primo titolo mondiale due anni fa.

Charles Leclerc ha chiuso al secondo posto dopo una gara concreta, nella quale non ha avuto il passo per contrastare la Red Bull ma ha comunque ottenuto il massimo risultato per la Rossa, anche se il sorpasso sulla Mercedes nel campionato Costruttori non è riuscito. Con George Russell terzo e Lewis Hamilton nono, infatti, il Team di Brackley si è assicurato il secondo posto finale per soli tre punti. Il tutto, anche, per la mancanza di Carlos Sainz. Lo spagnolo, costretto a partire 16° dopo la qualifica difficile di ieri e l’incidente di venerdì, non ha chiuso la sua gara dopo aver comunque girato fuori dai punti.

Sergio Pérez è quarto nella classifica di gara sebbene sia giunto secondo al traguardo. Il messicano è stato colpito da una penalità di cinque secondi per una toccata con Lando Norris, rovinando così la possibilità di arrivare a podio dopo una buona rimonta dal nono posto in griglia.

Ci si aspettava forse qualcosa di più dalle McLaren. Lando Norris ed Oscar Piastri hanno chiuso al quinto e sesto posto senza avere mai il passo per impensierire le prime posizioni. Ottima la gara di Fernando Alonso, settimo con l’Aston Martin, davanti alla sorpresa di giornata. Yuki Tsunoda è infatti il Driver Of The Day con l’AlphaTauri. Il giapponese si è tolto anche la soddisfazione di rintuzzare un attacco decido di Lewis Hamilton all’ultimo giro, con il sette volte iridato che si è dovuto accontentare della nona posizione con la seconda Mercedes.

A chiudere la top ten, Lance Stroll con la seconda Aston Martin.

===

Sulla griglia di partenza solo tre i piloti su dure contro tutti gli altri su medie: Stroll, Sainz e Bottas.

Verstappen difende benissimo due volte la posizione su Leclerc mentre Norris si libera di Russell per la quarta posizione. Un paio di giri dopo l’inglese passa anche il compagno e va all’inseguimento di Leclerc.

L’olandese si tiene un secondo e mezzo di margine su un gruppo relativamente compatto alle spalle che va da Leclerc a Stroll. Dopo una lotta di diversi giri Russell riesce a liberarsi di Piastri e sale in quarta posizione, con l’australiano che va in difficoltà braccato anche da un ottimo Tsunoda.

In testa la situazione resta identica, con Verstappen che tiene un secondo e mezzo su Leclerc. Alonso e Piastri sono tra i primi a smarcare la prima sosta dopo soli 13 giri di gara, seguiti da Norris e Russell.

A prime soste completate Verstappen si trova con quasi 5 secondi di vantaggio su Leclerc, 7 su Russell e 9 sulla coppia McLaren con Norris davanti a Piastri. Seguono Alonso, Pérez, Ricciardo, Hamilton e Tsunoda.

A metà gara Verstappen aumenta a 6.5 su Leclerc, 8.5 su Norris e 11 secondi su Norris, con Pérez che ha passato Piastri per la quinta piazza. La seconda serie di soste vede le Red Bull restare più lunghe in pista mentre quasi tutti gli altri piloti si fermano. Dietro le RB19 ci sono Leclerc, Russell, Tsunoda, Norris, Stroll, Piastri.

Le due RB si fermano a 15 giri dal termine. Verstappen torna in pista con 7 secondi di vantaggio su Leclerc e 10 su Russell, mentre il quarto posto di Norris è minacciato da Pérez che passa ad una decina di giri dal termine, prendendo però una penalità di 5 secondi abbastanza dubbia per un contatto con l’inglese. Charles Leclerc cerca di giocare di strategia per recuperare ancora qualche punto sulla Mercedes. Fa passare Pérez nel finale cercando di far mettere cinque secondi tra il messicano e Russell, ma la tattica non funziona. Verstappen vince così davanti al monegasco, a Russell e al messicano, retrocesso dal 2° al 4° posto con la penalità.

In classifica piloti Verstappen doppia Sergio Pérez, 575 punti contro 285. Hamilton chiude terzo a 234, Alonso è quarto a 206 a pari punti con Leclerc ma davanti per migliori piazzamenti.

Nel Costruttori Red Bull chiude a 860 punti davanti a Mercedes (409), Ferrari (406) e McLaren (302), che lascia Aston Martin al quinto posto con 280. Alpine sesta solitaria a 120, Williams chiude settima davanti ad AlphaTauri, Alfa Romeo e Haas fanalino di coda.

Segue il risultato finale di gara. A seguire, cronaca e dichiarazioni. Il mondiale torna nel 2024 con il GP del Bahrain del 2 marzo.

Immagine di copertina: F1

Leggi anche

Test Bahrain Day 1 - Mattino - Pomeriggio

Test Bahrain Day 2 - Mattino - Pomeriggio

Il report completo dei test F1 2024

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO