F1 | GP Abu Dhabi 2022, la cronaca della gara

di Danilo Lunetta @LunettaDanilo
20 Novembre 2022 - 16:30

Verstappen vince davanti a Leclerc e Perez

A seguire la cronaca della gara del GP Abu Dhabi 2022, ventiduesima e ultima prova del mondiale di F1, vinto da Max Verstappen su Charles Leclerc e Sergio Perez.

F1 | GP Abu Dhabi 2022, il risultato di gara

Sotto il resoconto con la griglia di partenza, situazione penalità e pneumatici disponibili.

F1 | GP Abu Dhabi 2022: griglia di partenza, penalità e set a disposizione

Giornata più fresca a Yas Marina, luci accese sul circuito e occhi puntati sullo scontro per il secondo posto nel mondiale tra Perez e Leclerc, la Ferrari e la Mercedes, ma, soprattutto, su Sebastian Vettel, alla sua ultima gara in carriera.

Pneumatici medium per tutti, soft per il solo Gasly, hard per Magnussen e Bottas.

Giro 1 | Scatta bene Hamilton che sfila Sainz in curva 1, ci prova Leclerc su Perez ma Checo si difende bene. Sainz ci riprova su Hamilton ma Lewis taglia e mantiene la poizione. Norris si prende la P6 su Russell.

Giro 2 | Perez resta sugli scarichi di Verstappen mentre Leclerc si stacca leggermente dal messicano.
Giro 3 | Hamilton prova ad avvicinarsi a Leclerc per attaccarlo ma il taglio dell’inglese al primo giro è stato notato ed è sotto investigazione.
Giro 4 | Hamilton cede la posizione a Sainz che ritorna in P4.

Giro 5 | Hamilton riconquista la P4 su Sainz mentre Russell sorpassa Norris per la P6.

Giro 6 | Russell si attacca agli scarichi di Sainz che sembra molto in difficoltà rispetto a Leclerc e le due Mercedes.
Giro 7 | Si riavvicina tanto Sainz ad Hamilton che alza improvvisamente il suo ritmo.

Giro 8 | Sainz si riprende la P4 su Hamilton mentre Vettel attacca Ocon per la P8 ma il francese si difende benissimo e mantiene la posizione.
Giro 9 | Russell si prende la P5 su Hamilton in evidente difficoltà con i suoi pneumatici posteriori.

Giro 10 | 3 secondi il gap tra Verstappen e Perez così come quello tra Checo e Leclerc. Anche Sainz a 3 secondi da Charles.
Giro 11 | La classifica: Verstappen, Perez, Leclerc, Sainz, Russell, Hamilton, Norris, Ocon, Vettel, Alonso, Tsunoda, Stroll, Ricciardo, Zhou, Albon, Schumacher, Gasly, Magnussen, Bottas, Latifi.
Giro 12 | Ancora bel duello tra Ocon e Vettel: Seb attacca all’esterno ma Esteban si continua a difendere molto bene. Leclerc adesso ha un ritmo migliore di Perez.

Giro 14 | Leclerc si porta a 2 secondi da Perez. Stroll è il primo ad effettuare il pit stop.
Giro 15 | 1.2 secondi adesso tra Perez e Leclerc. Pit stop per Ocon, Tsunoda, Schumacher e Gasly.
Giro 16 | Pit stop per Perez in netta difficoltà sui suoi pneumatici, hard per lui. Box anche per Russell e Norris – probabile unsafe release per Russell. Perez finisce nel traffico di Vettel ed Alonso e perde tantissimo tempo anche a causa di un lungo mentre attaccava Sebastian.

Giro 17 | Perez passa Vettel per la P5. Investigazione per unsafe release per Russell.
Giro 18 | Pit stop per Sainz mentre Verstappen e Leclerc continuano sugli stessi tempi. GPV per Russell in 1.29.9.
Giro 19 | Hamilton ai box per montare pneumatici hard. Sainz si prende la P5 su Alonso e va all’attacco di Vettel.
Giro 20 | GPV di Perez in 1.29.7. Sainz si prende la P4 su Vettel.
Giro 21 | Pit stop per Verstappen che rientra appena davanti a Perez su pneumatici hard. 5 secondi di penalità per Russell che nel frattempo si riprende la P5 su Vettel.

Giro 22 | Pit stop per Leclerc che rientra in pista a 7 secondi da Perez.

Giro 23 | Hamilton si prende la P6 su Vettel. Si alza tanto il ritmo di Perez e Leclerc guadagna tantissimo portandosi a 5 secondi.
Giro 24 | In questa fase le due Ferrari sono le vetture più veloci in pista. Norris si prende la P7 su Vettel.
Giro 26 | Pit stop per Vettel che rientra addirittura in P19.
Giro 28 | Sembrano in difficoltà su questi pneumatici le due Red Bull con Leclerc e Sainz che si avvicinano tanto: Charles è a 3 secondi da Perez e 5 da Verstappen. Ritiro per Fernando Alonso.

Giro 29 | GPV di Leclerc in 1.29.744 che accorcia a 2.5 secondi il gap da Perez.

Giro 31 | Tornano a spingere le Red Bull ora che il gap di Perez su Leclerc è di 2.1 secondi.
Giro 33 | Leclerc si porta a 1.3 secondi da Perez.
Giro 34 | Pit stop per Perez che rientra in pista in P6 su pneumatici hard.

Giro 36 | GPV di Perez in 1.29.212 che guadagna ma non tantissimo sui rivali davanti.
Giro 38 | GPV di Perez in 1.29.065 che adesso guadagna tanto su chi è davanti.
Giro 39 | Contatto tra Latifi e Schumacher e bandiere gialle nel T2 che fanno perdere tanto tempo a Leclerc.

Giro 40 | Pit stop per Sainz e Russell che rientrano rispettivamente in P6 e P9. Sainz sorpassa immediatamente Norris per la P5.
Giro 42 | 5 secondi di penalità per Schumacher per il contatto con Latifi. GPV per Russell in 1.29.042.
Giro 44 | Altro GPV per Russell in 1.28.895 mentre Perez si porta in zona DRS su Hamilton.
Giro 45 | GPV per Norris in 1.28.391, duello tra Hamilton e Perez con Checo che passa ma Lewis restituisce immediatamente dopo il sorpasso.

Giro 46 | Perez questa volta riesce a prendersi la P3 su Hamilton.

Giro 50 | Il gap tra Leclerc e Perez è di 7 secondi adesso.
Giro 53 | 5 secondi il gap tra Leclerc e Perez mentre Sainz si porta a 3 secondi da Hamilton.
Giro 55 | 3.5 secondi il gap tra Leclerc e Perez. Problemi al cambio per Hamilton che è costretto al ritiro.

Giro 56 | Perez perde tanto tempo con i doppiaggi di Gasly e Albon.
Giro 57 | 2.2 secondi il gap tra Leclerc e Perez.
Giro 58 | Inizia l’ultimo giro per il campione del mondo Max Verstappen. 1.9 il gap tra Leclerc e Perez ad inizio giro. Inizia anche l’ultimo giro in carriera per Sebastian Vettel in P10.

Max Verstappen vince il GP Abu Dhabu 2022 e ottiene la quindicesima vittoria (35esima in carriera) in stagione alzando ancor di più l’asticella. Solita gran gara per il campione del mondo, perfetto nella gestione degli pneumatici e con il solito ritmo incontenibile. Secondo è un grande Charles Leclerc: prova di maturità e forza notevole con una gestione della gara – e degli pneumatici – ottima per prendersi una meritata seconda posizione nel mondiale. P3 per Sergio Perez che chiude in modo un po’ deludente una stagione comunque positiva, anche se battuto sul più bello proprio su uno dei suoi punti di forza, il tyre management. Quarto è Carlos Sainz che chiude positivamente la sua stagione dopo un inizio di gara un po’ in difficoltà ma poi capace di tornare all’attacco. Quinta posizione per George Russell, con una Mercedes lontana parente rispetto a quella vista la scorsa settimana in Brasile. Lando Norris chiude sesto dopo una gran gara che lo vede anche autore del GPV. P7 per un ottimo Esteban Ocon, bravissimo nella difesa ad inizio gara su Vettel e poi solido nella gestione dei due stint successivi, punti ottenuti che consentono ad Alpine di prendersi la P4 nel campionato costruttori. Chiude ottavo Lance Stroll, molto bravo a sfruttare una buona strategia. Si conclude con una P9 la parentesi McLaren – e, forse, in F1 – di Daniel Ricciardo. Completa la top ten il pilota più atteso, Sebastian Vettel al quale non possiamo dire altro se non grazie per l’opportunità di aver assistito alla sua eccezionale carriera.

Immagine di copertina: Red Bull Content Pool