F1 | GP Abu Dhabi 2022: anteprima di Yas Marina

di Alessandro Secchi @alexsecchi83
Coautore: DOMENICO DELLA VALLE
16 Novembre 2022 - 16:00

Segue l’anteprima del GP Abu Dhabi 2022 di P300.it

Il mondiale di F1 è giunto alla conclusione. Dopo 21 appuntamenti ed uno cancellato, quello della Russia, il campionato arriva sul circuito di Yas Marina per il GP Abu Dhabi 2022, che consegnerà alla storia anche questa stagione. Si torna sul luogo del delitto: un anno fa, qui, si consumava una delle gare più controverse della storia, chiusa con la vittoria del titolo per Max Verstappen all’ultimo giro su Lewis Hamilton.

14° GP Abu Dhabi
14a edizione valevole per il mondiale di F1
GP 22/22 – 18/20 novembre 2022
Gran Premio #1079

La F1 arriva negli Emirati dopo un GP di San Paolo storico per George Russell. Dopo una lunga attesa, il giovane inglese ha conquistato la sua prima vittoria in Formula 1 con la Mercedes, davanti al capitano Lewis Hamilton e a Carlos Sainz. Russell aveva anche vinto la Sprint del sabato e ha finalmente spezzato l’incantesimo della prima vittoria, che aveva sfiorato nella sua primissima apparizione in Mercedes due anni fa in Bahrain, in sostituzione proprio di Hamilton fermato dal Covid.

Il weekend di Interlagos non è trascorso senza polemiche, sia in casa Ferrari che in casa Red Bull. L’ennesima strategia sbagliata durante le qualifiche con Charles Leclerc ha aperto un vaso di Pandora che ha portato, ieri, ad un rumour clamoroso, ovvero l’uscita di Mattia Binotto dalla Ferrari per lasciare il posto di Team Principal a Frédéric Vasseur, in arrivo da Alfa Romeo.

Il team del Cavallino ha smentito dopo poche ore la notizia, ma la sensazione è che dopo una stagione condizionata da errori la figura di Binotto potrebbe essere decisamente sotto pressione.

Come detto, anche in casa Red Bull sono volati gli stracci, stavolta tra Max Verstappen e Sergio Pérez. L’olandese si è rifiutato di aiutare il compagno non cedendogli la posizione in gara per recuperare punti su Charles Leclerc in classifica piloti, con i due che ora sono appaiati a pari punti nella lotta per la seconda posizione. Il team radio successivo dell’olandese ha lasciato trasparire dei dissapori con il messicano che sembrano arrivare da lontano e che sono stati, per ora, calmati da Chris Horner. L’imperativo per il team campione del mondo è conquistare il secondo posto in classifica piloti e Max Verstappen si è detto pronto ad aiutare il compagno. Vedremo.

In pista non sono mancati gli episodi di cui parlare. Lewis Hamilton e Max Verstappen sono venuti ancora una volta a contatto, con l’olandese che è stato penalizzato di 5 secondi durante la gara, mentre l’inglese è stato costretto a rimontare per riportarsi alle spalle di Russell.

Non è andata molto meglio a Charles Leclerc. Nonostante il quarto posto finale, il monegasco è stato coinvolto in un incidente con Lando Norris, dovendo quindi recuperare dal fondo.

Gli spunti di interesse in pista di questo ultimo GP sono legati esclusivamente alla lotta per il secondo posto nel mondiale piloti tra Sergio Pérez e Charles Leclerc. I due sono appaiati in classifica a pari punteggio, 290 punti.

Tanti appassionati e tifosi, invece, sono pronti a tirare fuori i fazzoletti. Questo, infatti, sarà l’ultimo Gran Premio in carriera di Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo lascia dopo 299 GP, 4 titoli appunto e 53 vittorie che lo lasciano, per ora, al terzo posto della classifica di tutti i tempi dietro Lewis Hamilton (103) e Michael Schumacher (91). Una carriera lunga, condizionata da un dominio e da momenti più difficili. Sicuramente mancherà all’ambiente, sia dal punto di vista sportivo che umano.

Il Gran Premio di Abu Dhabi si disputa sul tracciato di Yas Marina, che sorge su un’isola artificiale costata ben 40 miliardi di dollari realizzata dalla società di investimenti Aldar Properties. Oltre al tracciato di Formula 1, l’isola ospita anche il Ferrari World, un grande parco a tema dedicato alla Ferrari. Attorno alla pista troviamo anche una marina, aree residenziali, un parco acquatico, strutture alberghiere e di divertimento, tra cui un golf club. I lavori di realizzazione dell’impianto sono iniziati a fine 2008 e la pista è stata consegnata alla fine di settembre 2009, poco prima della gara inaugurale. La gara ha la caratteristica di iniziare al tramonto e terminare in notturna.

Il tracciato è sempre stato criticato da tifosi e appassionati per essere piatto e noioso e poco incline ai sorpassi, soprattutto nell’ultima parte caratterizzata da una serie di curve a gomito. Per questo il layout è stato modificato prima del GP del 2021, in particolare quella che era la chicane 5/6 all’ingresso del tornante che immette sul lungo rettilineo è stata tolta: ora i piloti arriverano in piena velocità su un curva dal raggio di percorrenza molto più ampio e veloce. Modificata anche la parte delle ex curve 11/12/13, ora la ex curva 11 è stata congiunta direttamente con quella che era la curva 14 creando una curva molto ampia e più veloce.

Seguono gli altri articoli di anteprima del GP Abu Dhabi 2022.