F1 | GP Abu Dhabi 2019, Gara: Mercedes, Ferrari Red Bull

F1
GP Abu Dhabi 2019, Gara: Mercedes, Ferrari Red Bull

Dominio Hamilton-Mercedes a Yas Marina. Verstappen e Leclerc completano il podio di 01 Dicembre 2019, 20:46

Seguono le dichiarazioni dei piloti di Mercedes, Ferrari e Red Bull al termine del Gran Premio di Abu Dhabi 2019, ultima prova del Mondiale. Lewis Hamilton chiude l'annata con la vittoria #11 della stagione (#84 in carriera), mai in discussione data la superiorità schiacciante dell'inglese e della sua W10, tanto che il sei volte Campione del Mondo porta a casa anche il Gran Chelem (pole, vittoria, giro record e gara sempre al comando). Alle sue spalle, ben staccati, giungono Max Verstappen e Charles Leclerc, con l'olandese che conclude al 3° posto nella generale. Rimonta come da previsioni di Valtteri Bottas, dall'ultima alla 4° posizione, a meno di un secondo dal podio. Sebastian Vettel chiude la top-5, davanti all'altra RB15 di Alexander Albon.

MERCEDES

44 | LEWIS HAMILTON

"Un modo eccezionale di chiudere la stagione. Nel complesso, come team abbiamo avuto un weekend dove siamo stati davvero forti e anche Valtteri oggi ha svolto un gran lavoro. Sono grato a tutti per il grande impegno e per continuare assieme ad alzare l'asticella. Il supporto che ho avuto è stato incredibile, travolgente e voglio ringraziare tutti, sia qui in pista che a casa. Team LH è un movimento fantastico, molto cool, che apprezzo molto. Questo, sempre come team, è stato l'anno nel quale siamo cresciuti di più e spero che ci ponga in un'ottima posizione anche per il 2020. In questa stagione ho vissuto duelli fantastici con Valtteri, Charles e Max; per il prossimo anno mi aspetto un livello di sfida ancora più elevato. Loro quest'inverno lavoreranno certamente duro per raggiungerci e noi dovremo fare lo stesso. Mi sento fresco ed assolutamente pronto per affrontare le sfide che ci porterà la prossima stagione".

77 | VALTTERI BOTTAS

"Questo è di sicuro un bel modo di chiudere la stagione. Ho vissuto una bella gara, divertendomi nel compiere così tanti sorpassi. Non credo sinceramente che avrei potuto tirar fuori di più dalla macchina; alla fine mi sono avvicinato tanto a Charles, ma non è bastato per poter provare un attacco e salire sul podio. Nelle prime fasi di gara la disattivazione del DRS mi ha creato qualche problema nella rimonta; nonostante ciò, però, sono riuscito a recuperare lo stesso delle posizioni, potendo al contempo allungare lo stint iniziale con le gialle, mettendomi in una buona posizione per il resto della gara. Questa è stata la mia miglior annata e non vedo l'ora di lanciarmi in quella 2020".

FERRARI

5 | SEBASTIAN VETTEL

"Al via non ho avuto molto spazio per cercare di guadagnare una posizione e devo dire che il fatto che il DRS non funzionasse non ha aiutato, perché ha vanificato il momento nel quale avevo un vantaggio di gomme nei confronti di Max; un vantaggio svanito con il passare dei giri. Dopo il mio primo pit stop non ero particolarmente competitivo e così abbiamo deciso di fermarci di nuovo. In quel momento abbiamo perso due posizioni e sono stato in grado di recuperarne solo una, perché le Mercedes oggi erano semplicemente troppo veloci. Nel complesso questa non è stata la stagione che avrei sperato di disputare. Le ragioni adesso ci sono chiare e abbiamo imparato delle lezioni. Portiamo a casa tutto per lavorarci su. Penso che dobbiamo crescere ancora come squadra, ma anche da parte mia l’annata non è stata ideale. Non penso però che sia stata negativa come potrebbe sembrare. Ci sono state tante piccole cose che hanno contribuito a rendere il quadro d’insieme non particolarmente positivo. So che posso fare meglio e questo è di sicuro un obiettivo per l’anno prossimo. Speriamo di avere ancora un pacchetto forte che ci permetta di lottare con i nostri rivali. Ora ci concentriamo sul test e poi sarò contento di staccare la spina per un po’".

16 | CHARLES LECLERC

"Non mi sarei mai immaginato che la mia prima stagione da pilota della Scuderia Ferrari sarebbe stata così speciale. Dal punto di vista mio personale è fantastico poter chiudere l’anno con tante pole position e due vittorie all’attivo. È ovvio che ogni pilota vorrebbe ancora di più e c’è sempre qualcosa che si poteva fare meglio, però la mia stagione è stata certamente positiva, anche perché ho imparato tanto. Sono grato a tutto il team per il supporto che non mi ha mai fatto mancare e per il duro lavoro fatto per me. Quella di oggi non è stata una gara facile. Sono partito dalla terza posizione e sapevo che avrei dovuto tentare di vincere per riprendermi il terzo posto nella classifica mondiale. Ci ho provato ma purtroppo oggi non ci sono riuscito. Questo inverno dovremo lavorare parecchio per cercare di migliorare il nostro passo gara. Siamo stati sempre forti in qualifica durante questa stagione, mentre abbiamo parecchio margine di miglioramento la domenica. È comunque bello concludere la stagione con un podio, specialmente per il fatto che era da qualche gara che non ci salivo. Ora ci fermiamo, ma sono sicuro che fra qualche giorno non vedrò l’ora di tornare in macchina. Anzi, posso già dire che non vedo l’ora che sia il momento di partire per Melbourne".

a

RED BULL

23 | ALEXANDER ALBON

"La gara non è andata proprio come nelle previsioni e dobbiamo capirne il motivo. Ci siamo fermati presto per cercare l'undercut su Sebastian, ma non ha funzionato; poi, nel periodo senza DRS, siamo rimasti bloccati dietro un gruppetto di macchine. Ciò ha reso il nostro secondo stint molto lungo e complicato e Sebastian è risalito, dopo il suo secondo pit, molto più in fretta di quanto ci aspettassimo. Ma dando un'occhiata alla mia stagione non posso che essere contento. So che ho molto lavoro da fare, con tante aree nelle quali agire, ma sono un rookie ed è normale sia così. Ho disputato delle buone gare e l'esperienza in gara verrà col tempo. La prossima settimana affronteremo dei test importanti; quindi il duro lavoro proseguirà e ci permetterà di tornare più forti nel 2020. È bello sapere di avere il posto sicuro per il prossimo anno, così potrò concentrarmi al meglio. Mi piace lavorare con il team e non vedo l'ora che cominci la prossima stagione".

33 | MAX VERSTAPPEN

"Ovviamente sono felice di chiudere il campionato con un podio e il 3° posto in classifica generale davanti ad entrambi i ferraristi è un ottimo risultato. Su questa pista, oggi, Lewis Hamilton e la Mercedes erano semplicemente troppo veloci, ma il team si è ben comportato sia con le strategie che ai pit stop, con una monoposto e un passo molto buoni; un 2° posto su questa pista è sicuramente positivo. Guardando globalmente alla mia stagione, direi che il momento migliore è stato la vittoria in Austria: ottenere la prima vittoria per la Honda nell'era V6 Turbo, nella gara di casa del team e davanti a così tanti tifosi oranje è stata un'emozione enorme. Abbiamo vissuto un'annata soddisfacente e il team non ha mai smesso di spingere; anche Honda è migliorata molto e possiamo dirci contenti del primo anno della nostra partnership. Per il prossimo anno l'obiettivo è di lottare per il titolo. Abbiamo bisogno di spingere al massimo per chiudere il gap ma, guardando alle ultime gare, direi che la posizione di partenza è molto buona. È stato un gran finale e non vediamo l'ora di scendere in pista nel 2020".



Condividi