F1 | George Russell vince un ridicolo, assurdo Virtual GP di Monaco

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Per gli onori della cronaca, il Virtual GP di Monaco è stato vinto da George Russell, uno dei pochi a prendere seriamente questi appuntamenti e forse l’unico a non usare la pista come un tavolo da biliardo per sponde e via dicendo per tutto l’arco dell’evento. A lui vanno i complimenti, senza dubbio. La cronaca, comunque, finisce qui.

Stiamo raccontando le gare Esport che le varie categorie stanno promuovendo cercando di essere il più professionali possibili, ma quanto successo con il Virtual GP di Formula 1 di oggi non può trattenere dal criticare uno spettacolo ridicolo, indipendentemente da quelli che sono tutti i fini di questi eventi.

Gli Esport stanno intrattenendo il pubblico durante questo pesantissimo periodo di quarantena e questo è un dato di fatto. Ma dover prender nota di quello che succede in 39 giri a Montecarlo in cui i danni sono disattivati e le macchine possono tranquillamente rimbalzare sui guard rail e tra loro è assurdo. Quella di oggi è stata semplicemente una pagliacciata. Per avere la classifica alle spalle di Russell si sono dovute attendere le decine di penalità inflitte dal sistema del gioco dopo le centinaia di contatti e tagli di curve che si sono visti in oltre un’ora di spettacolo indecoroso. Alla fine, alle spalle del vincitore, sono arrivati Esteban Gutierrez e Charles Leclerc.

Non si tratta di criticare la piattaforma in questo caso, perché abbiamo tutti capito che F1 2019 è un gioco destinato alla massa per ovvie ragioni di marketing. Anche la stessa F1 ha capito che, forse, conviene organizzarsi anche per qualcosa di più simulativo. Ma non è accettabile che una corsa di questo tipo, in cui partecipano quasi la metà dei piloti titolari, si debba giocare con i danni disattivati come per i principianti, il che agevola – soprattutto a Monaco – il giocare a ping pong con guard rail ed altre macchine. Questo non è Esport e non è neanche divertimento.

Per trasmettere certe scene ridicole è meglio non trasmettere nulla e lasciare spazio ad eventi organizzati meglio, più seri e che diano davvero risalto agli Esport. Queste sono solo pessime pubblicità e non fanno altro che sperare che si possa presto tornare alla normalità.

Per chi volesse rivederlo, è disponibile sul canale Youtube della F1

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

F1 | George Russell vince un ridicolo, assurdo Virtual GP di Monaco 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE