F1 ESports | Pro Championship 2021: Vittoria rocambolesca per Tonizza a Imola, Opmeer trionfa in Messico

F1 EsportsGaming
Tempo di lettura: 5 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
16 Dicembre 2021 - 09:00
Home  »  F1 EsportsGaming

Il pilota della Ferrari vince all’ultimo giro sul circuito del Santerno dopo un episodio controverso con Idowu. A Città del Messico l’olandese vince su Boroumand e mette una mano sul titolo.

L’F1 ESports Pro Championship 2021 è entrato nella sua ultima settimana di gare, decisiva per l’assegnazione dei titoli. Nella serata di mercoledì si è corso ad Imola e a Città del Messico, le cui gare hanno sicuramente visto molti colpi di scena per tutta la loro durata, con David Tonizza e Jarno Opmeer ad aggiudicarsi le due vittorie. Di seguito, il resoconto delle due gare.

R10 – Imola

La prima gara nella storia della F1 ESports a Imola è stata sicuramente avvincente fino alla bandiera scacchi, con l’ultimo giro che ha regalato un esito molto a sorpresa e inaspettato per come si era messa la gara.

Partito dalla pole position, Josh Idowu è stato tra i primi fino alle fasi finali tornando in testa al 16° giro con un bel sorpasso all’esterno di Brendon Leigh in fondo alla chicane del Tamburello. Al 19° giro David Tonizza replica la stessa manovra di Idowu per portarsi in seconda posizione davanti a Leigh che subito dopo si difenderà poi in modo molto aggressivo su Jarno Opmeer spingendolo anche sull’erba, con l’olandese presente alle spalle delle due Ferrari e pronto ad intromettersi nella bagarre.

Si arriva così all’ultimo giro di gara con Idowu che continua a resistere alla pressione di Tonizza, mentre Leigh ha perso molte posizioni venendo superato da entrambe le Mercedes di Opmeer e Dani Moreno. Tonizza attacca al Tamburello con una staccata molto profonda, prendendo l’interno e arrivando al contatto con Idowu, costretto così a finire fuori pista e a tagliare la chicane. Per il pilota della McLaren non finisce qui, dato che al ritorno in pista viene centrato da Opmeer finendo così contro il muro, con il pilota della Mercedes che non poteva fare nulla per evitarlo. Tonizza va così a vincere la sua prima gara stagionale davanti ad Opmeer, che conquista un secondo posto cruciale per il suo campionato.

Completa il podio Frederik Rasmussen, autore di una straordinaria rimonta dal 15° posto in griglia lo ha visto risalire fino alla terza posizione grazie ad un finale di gara in crescendo. Quarto posto per Joni Törmälä con l’AlphaTauri davanti a Brendon Leigh, che ha chiuso quinto anche grazie ad una penalità di tre secondi per violazione dei track limits. Buona gara anche per Michael Romanidis, sesto con la Williams davanti a Moreno (anche lui penalizzato per aver violato i limiti della pista), mentre Patrik Sipos e Simon Weigang hanno tagliato il traguardo rispettivamente in ottava e nona posizione.

Gara da dimenticare per Lukas Blakeley, solo decimo e avendo corso gli ultimi giri di gara con l’ala anteriore danneggiata dopo un contatto con Tonizza, perdendo così prestazione e diverse posizioni. Un piccolo errore che di fatto lo ha estromesso dalla lotta al titolo.

R11 – Città del Messico

L’undicesimo appuntamento del campionato di F1 ESports è andato in scena all’Autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico, con Jarno Opmeer che vince la sua quarta gara stagionale tornando al successo dopo la gara di Austin del precedente evento.

Anche in questo caso la gara si è decisa all’ultimo giro, con Opmeer che ha ceduto il comando della gara a Frederick Rasmussen per non dargli il DRS sul lungo rettilineo principale, ritornandogli poi davanti alla prima curva con un preciso sorpasso all’interno che gli ha spianato poi la strada verso una vittoria fondamentale nella sua rincorsa al titolo. La vittoria di Opmeer consegna alla Mercedes il titolo costruttori, con la casa tedesca che si laurea nuovamente campione per la prima volta dal 2018.

Oltre il danno la beffa per Rasmussen, che per aver ecceduto con i track limits all’ultimo giro viene così relegato in terza posizione alle spalle di Bari Boroumand, sempre presente nel terzetto di testa e al suo miglior risultato stagionale con questo secondo posto.

Il gruppone si è poi ricompattato nelle fasi finali di gara, con Dani Moreno che ha portato la seconda Mercedes al quarto posto davanti a Brendon Leigh e Lukas Blakeley, autori di una serrata bagarre all’ultimo giro; con questo risultato il pilota della Aston Martin esce aritmeticamente dalla lotta per il titolo, in quella che però rimane la sua miglior stagione in carriera nella Pro Series.

Settimo posto per un redivivo Nicolas Longuet con l’Alpine davanti a Marcel Kiefer, che torna a punti dopo esser stato coinvolto in un incidente nella precedente gara di Imola, il cui vincitore David Tonizza in Messico ha chiuso solamente nono davanti a Joni Törmälä.

Se il titolo costruttori è già stato assegnato, non si può dire la stessa cosa del campionato piloti, con Opmeer al comando con 183 punti contro i 162 di Rasmussen: 21 punti di vantaggio che in vista dell’ultima gara, in programma domani in Brasile, è per lui molto rassicurante!

Immagini: Twitter / Formula 1® Game

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live