F1 | Cancellato il Gran Premio di Francia

Continua a subire cambiamenti il calendario della F1 2020, a causa della pandemia di Coronavirus. Nella mattinata odierna, gli organizzatori del Gran Premio di Francia hanno deciso la cancellazione della gara prevista per il 28 giugno a Le Castellet.

La scelta di cancellare definitivamente l’evento arriva sulla scia delle misure prese dal Governo francese, con sospensione di tutti i grandi eventi almeno fino alla metà di luglio e ulteriore restrizione riguardante i viaggi internazionali.

Il Gran Premio di Francia è il terzo, all’interno del calendario 2020, a subire una cancellazione definitiva, dopo quello d’Australia e quello di Monaco rimosso dalla schedule lo scorso 19 marzo.

Queste le parole del managing director del GIP, organizzatore del Gran Premio di Francia, Éric Boullier: “Data l’evoluzione della situazione collegata al diffondersi del Covid-19, il Gran Premio di Francia prende atto delle decisioni annunciate dal Governo, che rendono impossibile la disputa dell’evento. L’attenzione del GIP è già puntata sull’estate 2021, al fine di offrire ai nostri spettatori un evento senza precedenti nel cuore della Région Sud”.

Così invece Chase Carey, presidente e amministratore delegato della F1: “Siamo rimasti a stretto contatto con il promoter francese durante questo periodo e se da una parte la cancellazione del Gran Premio di Francia è un peccato per i nostri fans e per la comunità della F1, dall’altra supportiamo pienamente la decisione delle autorità francesi e speriamo di tornare al Paul Ricard al più presto”.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,701FollowersFollow
F1 | Cancellato il Gran Premio di Francia 2
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE