F1 | Brawn sulla Sprint Race: “Sul tavolo più punti e nome evento. Griglia invertita passo ancora troppo lungo”

Il managing director della F1 si è soffermato su quelle che sono novità e proposte sulla sprint race per il futuro

Continua a tenere banco il format della sprint race per 2022 e oltre. Dopo le dichiarazioni di Stefano Domenicali, arrivano anche le parole del managing director della F1, ossia Ross Brawn. Motorsport.com ha raccolto le dichiarazioni dell’ingegnere britannico in un evento riservato a media selezionati.

Tra i tanti temi affrontati, l’ex team principal della Mercedes si è soffermato inizialmente su quello che potrà essere il numero di eventi per il 2022, sottolineando come la priorità va data all’impatto della nuova vettura sul campionato.

“Abbiamo un principio d’accordo con le squadre per occuparci di sei eventi nel prossimo anno. C’è ancora tanto da lavorare, la nostra visione è quella di fare progressi per il 2022 ma non radicali, perché abbiamo la nuova vettura in arrivo e tutti devono prima sistemarsi con la nuova macchina. Dobbiamo vedere l’impatto della vettura, per questo siamo relativamente conservatori ed evolutivi per il 2022. Siamo positivi per il concept e siamo lieti che la F1 sia stata abbastanza coraggiosa al punto da provare un concept alternativo a tre gare per vederne il funzionamento.”

Proseguendo il discorso, Brawn ha aperto una parentesi importante sul sabato, su come evolvere la giornata tradizionalmente dedicata all’ultima sessione di prove libere e alla qualifica. Il centro gravitazionale dell’argomento è sicuramente la distribuzione dei punti, dato che nel 2021 sono stati premiati solamente i primi tre con un punteggio scarno rispetto alle nuove proposte.

“Non c’è dubbio che stiamo discutendo con le squadre per capire come rendere il sabato più impegnativo e coinvolgente. Sono ottimista che la nuova macchina aiuterà in questo. Stiamo discutendo su come rendere migliori i premi per il sabato, così da incentivare di più a correre in quel giorno se pensiamo ai punti. Penso alla griglia invertita ecc, sarei abbastanza entusiasta, ma sarebbe un passo troppo lungo da compiere.”

“Ci sono alcune cose da discutere sul tavolo. La pole position al venerdì non è molto popolare, per cui è nell’agenda, così come lo è il nome della sprint qualifying, che tutti chiamiamo gara. Il nome dell’evento è qualcosa che dobbiamo sistemare. Anche la distribuzione dei punti al sabato potrebbe diventare più invitante e sfidante per i piloti.”

“Abbiamo proposto qualcosa per la sprint come 1/3 dei punti che puoi ottenere domenica. Questa è la proposta iniziale, che non è stata accolta perché la sensazione è quella di vedere prima come funziona la sprint per collocare i punti. Per cui penso che questa sarà la base di discussione. […] Influenzerà il campionato, deve farlo e vogliamo che sia così, ma non eccessivamente.”

Immagine di copertina: ANSA

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS