F1 | Ben Sulayem a Horner ai Prize Giving: “Il premio non sarà dedotto dal Budget Cap…”. Polemica su Suzuka “I regolamenti li fanno le squadre”

NewsF1
Tempo di lettura: 2 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
10 Dicembre 2022 - 14:55
Home  »  NewsF1

Un Ben Sulayem decisamente protagonista ha animato i Prize Giving della FIA a Bologna

Piccolo incidente diplomatico, se così possiamo chiamarlo, in diretta durante la cerimonia dei Prize Giving della FIA di ieri sera a Bologna.

Dopo la consegna del trofeo costruttori a Chris Horner per conto di Red Bull ed il suo discorso di ringraziamento, nel quale ha ricordato Dietrich Mateschitz e il piccolo giallo del punteggio in quel di Suzuka, dove Verstappen è stato decretato campione, ha preso la parola il Presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem animando decisamente la serata.

Già alla consegna del premio il Presidente si era lasciato andare, con stupore dello stesso Horner, ad una battuta spiazzante: “Christian, questa coppa non ha niente a che fare con il cost cap quindi stai tranquillo. Questa arriva dalla FIA quindi non la dedurremo dal vostro cost cap”.

Successivamente il Presidente, dopo aver ricordato a sua volta di aver corso il suo ultimo anno con sponsorizzazione Red Bull, si è lasciato andare ad una nota polemica sulla questione punteggio. Ricorderete che, appena finito il GP del Giappone, non era ben chiaro quale punteggio sarebbe stato assegnato. Anche se poi, da regolamento, è stato fatto tutto correttamente con la proclamazione dell’olandese come Campione 2022.

Ecco le parole di Ben Sulayem: “Sul Giappone, hai detto che è stato controverso. No, la FIA è stata criticata per l’assegnazione dei punti, ma non è la FIA ad aver fatto le regole bensì i team e noi le abbiamo implementate”. Il tutto ancora con gran sorpresa di Horner mentre, a questo punto, è intervenuto Stefano Domenicali a stoppare il Presidente con un “Ok ragazzi, restiamo concentrati”. Ben Sulayem, abbracciato dal CEO della F1, ha concluso “Per me è chiara la situazione come FIA. In ogni caso Christian ha ragione. Loro meritano la vittoria. Chiunque vinca la merita”.

Immagine: FIA

I Commenti sono chiusi.