F1 | Barcellona Day 4: Bottas ok alle 13, primi giri con le slick

F1 | Barcellona Day 4: Bottas ok alle 13, primi giri con le slick

La coda del tempo da lupi di ieri è rimasta al mattino dell’ultimo giorno della prima sessione di test sul Circuit de Catalunya. Per gran parte della prima metà di giornata, infatti, i piloti sono scesi in pista unicamente con gomme da bagnato, full wet o intermedie. Questo anche grazie alle temperature più alte rispetto a ieri che hanno permesso, quanto meno, di girare in sicurezza. 

La sessione odierna prosegue senza pausa tra le 13 e le 14, per recuperare in parte il tempo perso nei giorni scorsi: alle ore 13 il migliore sulla lista dei tempi è Valtteri Bottas con il tempo di 1:22.789 su gomme medie, seguito da Nico Hulkenberg a sei decimi su soft. Il finlandese ha completato 60 giri, il tedesco 44.

Alle loro spalle tutti gli altri piloti sono segnalati su gomme da bagnato. Gasly è terzo con la Toro Rosso e 49 giri su intermedie, seguito da Max Verstappen con la Red Bull. L’olandese ha all’attivo alle 13 solo 18 giri, ma è sceso in pista anche più tardi rispetto agli altri. Sono 72 i giri di Stoffel Vandoorne con la Mclaren in quinta posizione, davanti a Marcus Ericsson che ha causato anche una bandiera rossa, scivolando via con la sua Sauber in curva 2. Lo svedese ha completato, comunque 66 giri.

Sono 47 le tornate di Sirotkin con la Williams in settima posizione seguito da Magnussen (24) e Sebastian Vettel, penultimo con 35 giri e tempi distanti dai primi. Sergio Perez è ultimo sulla lista, con soli undici giri effettuati su gomme full wet, unico a far segnare il suo tempo con le gomme da bagnato pesante.

La giornata prosegue fino alle 18, quando si chiuderà questa prima difficoltosa sessione di test.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

922FollowersFollow
1,679FollowersFollow
F1 | Barcellona Day 4: Bottas ok alle 13, primi giri con le slick 2
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE