F1 | Bahrain Test Day 3, Verstappen chiude al primo posto

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Si è chiusa nel segno della Red Bull l’ultima giornata di prove prestagione in Bahrain della F1. Max Verstappen ha concluso con il miglior tempo della tre giorni in 1:28.960, unico pilota sotto il muro dell’1:29 e con gomma C4, la penultima delle cinque portate dalla Pirelli. Per l’olandese sono 64 i giri di giornata.

Red Bull in generale può essere soddisfatta anche di Yuki Tsunoda. Il giovane giapponese dell’AlphaTauri chiude con gomma C5 al secondo posto a soli 93 millesimi da Verstappen, dopo aver completato 91 giri nel pomeriggio dopo aver rilevato la monoposto da Pierre Gasly.

Terza posizione per Carlos Sainz, al volante della Ferrari SF21 nel pomeriggio. Lo spagnolo ha completato 79 tornate ottenendo il suo tempo su gomma C4, a sei decimi e mezzo da Verstappen.

Il ferrarista è stato protagonista di un quasi contatto con Kimi Raikkonen proprio nei minuti finali. Proprio il finlandese dell’Alfa Romeo è quarto in classifica a otto decimi da Verstappen (su gomma C5) dopo aver completato ben 166 tornate complessive.

Arriviamo alla quinta posizione occupata dal campione in carica Lewis Hamilton. L’inglese è a un secondo da Verstappen ma, soprattutto, è apparso in difficoltà in questa tre giorni. 54 i giri per lui nel pomeriggio e gomma C5 per il suo miglior crono.

A un decimo da lui il suo sostituto del GP di Sakhir 2020 George Russell, sesto con la Williams con ben 158 giri all’attivo e gomma C5. Sono 76 i giri di Daniel Ricciardo con la McLaren nella seconda parte di giornata. Il tuo tempo è lontano quasi 1.2 da Verstappen su C4.

Stessa mescola per Perez col tempo del mattino, l’ottavo di giornata, davanti a Fernando Alonso (+1.358 su C4) e Charles Leclerc che chiude la top ten sempre con il tempo del mattino.

Seguono quasi tutti i piloti che hanno girato nelle prime quattro ore, ad eccezione di Mazepin con la Haas e Sebastian Vettel con l’Aston Martin. Il tedesco è stato fermato da un altro problema tecnico a metà del pomeriggio e praticamente, su tre giorni, ha collezionato meno di otto ore al volante.

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE