F1 | Aston Martin apre il proprio programma per i giovani piloti ingaggiando Felipe Drugovich

Daniele Botticelli - 12 Settembre 2022 - 16:09

Il neo campione della Formula 2 diventa il primo membro del Driver Development Programme dell’Aston Martin, diventandone anche pilota di riserva.


All’indomani del Gran Premio d’Italia, l’Aston Martin ha annunciato l’inizio del proprio Driver Development Programme volto a coltivare i giovani talenti per raggiungere un giorno la Formula 1. Il primo membro di questo progetto è Felipe Drugovich, 21 enne pilota brasiliano fresco vincitore del titolo di Formula 2 proprio nel weekend di Monza.

Felipe Drugovich quest’anno ha conquistato il titolo al terzo anno nella categoria cadetta, tornando a gareggiare per la MP Motorsport e disputando un campionato in cui ha ottenuto cinque vittorie, nove podi e quattro pole position totalizzando attualmente 241 punti, conquistando il titolo al termine della Sprint Race di Monza nonostante sia stato costretto al ritiro al primo giro per via di un incidente.

La giornata trionfale di Drugovich si è conclusa con la firma sull’accordo con Aston Martin per entrare nel proprio nuovo programma dedicato ai giovani piloti, ricoprendo anche il ruolo di pilota di riserva del team inglese che gli darà la possibilità di disputare la FP1 del Gran Premio di Abu Dhabi al posto di Lance Stroll. Oltre a questo, il pilota brasiliano disputerà anche i Young Driver Test che si terranno a fine novembre sempre sul circuito di Yas Marina.

Felipe Drugovich ha commentato così questa possibilità offertagli dal team inglese: “Diventare un membro del programma di sviluppo dei piloti di Aston Martin è una fantastica opportunità che si aggiunge a quella che per me è stata una stagione 2022 estremamente divertente e vincente. Vincere in Formula 2 è stato a lungo considerato il miglior trampolino di lancio possibile verso una carriera in Formula 1, e vedo che il mio ruolo in Aston Martin F1 mi offre tutti gli strumenti per fare quel passo cruciale. Per me il 2023 sarà una curva di apprendimento: lavorerò con il team di F1, ma il mio obiettivo principale è imparare e migliorare come pilota. Spero che questo mi dia l’opportunità di correre in Formula 1 in futuro”.

Mike Krack, Team Principal di Aston Martin F1, ha dichiarato: “Felipe ha dimostrato talento, determinazione e una costanza incredibile per vincere il Campionato FIA di Formula 2 di quest’anno; ricordo in particolare le sue fantastiche vittorie sia nella Sprint Race che nella Feature Race di Barcellona a maggio, che sono state davvero impressionanti. Siamo lieti che si unisca a noi come membro del nostro Driver Development Program e non vediamo l’ora di accoglierlo come parte del nostro team ad Abu Dhabi questo novembre”.

Lawrence Stroll, Executive Chairman di Aston Martin, ha aggiunto: “Sono estremamente orgoglioso di aver inaugurato il Driver Development Programme di Aston Martin F1: credo fermamente nel premiare i giovani talenti e questo è un modo fantastico per aiutare a sviluppare la prossima generazione di piloti. Abbiamo osservato e ammirato il percorso di Felipe verso la vittoria del titolo della Formula 2 quest’anno, e puntiamo a fornirgli tutte le competenze e l’esperienza necessarie per poter fare il passo successivo nella sua carriera. In questo periodo, sarebbe il risultato definitivo se Felipe diventasse un pilota di Formula 1, entrando a far parte del grande pantheon di piloti brasiliani composto da piloti come Emerson Fittipaldi e Ayrton Senna”.

Immagine: Twitter / MP Motorsport