F1 | Approvate le modifiche dal Consiglio Mondiale: PU 2026, Porpoising (+15mm di altezza fondo dal 2023), Roll Bar

Alessandro Secchi - 16 Agosto 2022 - 19:53

Power Unit, Porpoising e Roll Bar gli elementi discussi dal Consiglio Mondiale della FIA. Ecco tutte le modifiche

Il Consiglio Mondiale della FIA si è riunito oggi per approvare diverse modifiche regolamentari per la stagione in corso e per le prossime. Le modifiche riguardano due macroargomenti. Il primo sono le Power Unit che saranno adottate dal 2026, con l’intenzione di promuovere l’ingresso di nuovi motoristi. Il secondo sono le modifiche per ridurre gli effetti del Porpoising, adottate sui regolamenti tecnici 2022 e 2023, e quelle per le strutture Roll Bar principali dopo l’incidente di Guanyu Zhou a Silverstone.

Ecco tutte le modifiche nel dettaglio.

POWER UNIT 2026

Il Consiglio Mondiale della FIA, riunitosi oggi, ha approvato le modifiche regolamentari per le Power Unit che saranno utilizzate a partire dal 2026. Queste regole sono il risultato dell’intensa ricerca e sviluppo da parte della Federazione, oltre alla collaborazione tra la FIA stessa e quello che potranno essere i futuri nuovi motoristi.

Le nuove regole riguardano sia la parte tecnica che quella sportiva ed economica. Il cambi in tema PU sottolineano la volontà e l’impegno della FIA verso la sostenibilità, in un periodo importante per la crescita della Formula 1.

Queste le parole del presidente Ben Sulayem: “La FIA continua a spingere su innovazione e sostenibilità e le regole per il 2026 sono l’esempio di questa missione.

L’introduzione di tecnologie avanzate riguardanti le PU affiancate da carburanti sostenibili si allinea con l’obiettivo di fornire benefici alla mobilità su strada e raggiungere le zero emissioni nette nel 2030. La Formula 1 è in piena crescita e siamo fiduciosi che queste regole aumenteranno l’interesse creato dal cambio regolamentare del 2022.

Voglio ringraziare tutto il management della FIA e lo staff tecnico dedicato a questo processo per la sua diligenza ed impegno con tutti gli attori per raggiungere questo obiettivo. Voglio anche ringraziare i membri del Consiglio Mondiale per la loro considerazione e l’approvazione di queste regole”.

I quattro pilastri dei nuovi regolamenti saranno i seguenti:

– Mantenimento dello spettacolo. Le Power Unit 2026 avranno simili performance rispetto alle attuali, utilizzando motori V6 a combustione interna ad alti regimi ed evitando eccessive differenziazioni di performance per migliorare la competizione.
– Sostenibilità ambientale. Le PU 2026 includeranno un aumento dello sviluppo della potenza elettrica al 50% e carburanti 100% sostenibili.
– Sostenibilità finanziaria. Le regole finanziarie sulle nuove PU ridurranno i costi generali per i concorrenti, mantenendo però la rilevanza tecnologica che oggi contraddistingue la Formula 1.
– Attrazione per nuovi motoristi. Le nuove regole intendono favorire l’arrivo di nuovi motoristi al fine di fare il loro ingresso nello sport ad un livello competitivo.

MODIFICHE AL REGOLAMENTO TECNICO 2022-2023

Il Consiglio Mondiale ha approvato alcune modifiche ai regolamenti tecnici 2022 e 2023 per motivi di sicurezza legati ai fenomeni del Porpoising e agli standard delle strutture Roll bar principali delle Formula 1.

Queste le parole del presidente Ben Sulayem: “La sicurezza è la priorità principale della FIA e abbiamo destinato tempo e risorse significative per l’analisi e la risoluzione del problema del Porpoising. Ho discusso personalmente di questo argomento con team e piloti e mentre ci sono diversità di opinioni legate alla possibile modifica negli ordini di competitività, è chiaro che la FIA ha il dovere di agire ed assicurare che i piloti non siano messi a rischio di infortunio come risultato di questo fenomeno.

È evidente che un aggiornamento dei requisiti per le strutture Roll bar principali sia necessario dopo l’incidente di Guanyu Zhou a Silverstone. Mentre questo evento ha mostrato a tutti quanto siano alti gli standard di sicurezza in Formula, ha anche provato come dobbiamo continuare a migliorare e sviluppare la sicurezza senza soluzioni di compromesso“.

PORPOISING

Il fenomeno delle oscillazioni verticali (“Porpoising aerodinamico”), combinato con la ridotta altezza da terra è una caratteristica della nuova generazione di monoposto introdotta nel 2022, discussa diverse volte nel Technical Advisory Committee. La nascita di questo fenomeno ha portato a preoccupazioni riguardanti la sicurezza e la salute dei piloti.

Nonostante questo fenomeno sia stato con meno frequenza nei circuiti affrontati ultimamente, la FIA crede che la possibilità che si verifichi, con conseguenti potenziali problemi di sicurezza, sia comunque alta e potenzialmente peggiore in futuro. La FIA si è consultata intensivamente con i team ed è giunta alle seguenti decisioni.

Regolamento tecnico 2022: alcune modifiche sono state apportate per controllare in modo più accurato la flessibilità della zona centrale del fondo, soprattutto al posteriore.

Regolamento tecnico 2023: i bordi laterali del fondo saranno rialzati di 15mm. Anche al diffusore, oltre ad un aumento della sua rigidità, ci saranno dei rialzi che non dovranno però condizionare lo sviluppo delle parti meccaniche. Verrà infine implementato un sensore aggiuntivo per monitorare gli effetti del Porpoising.

ROLL BAR

Dopo l’incidente che ha caratterizzato l’inizio del GP di Gran Bretagna è stata condotta un’analisi che ha messo sotto esame l’evento nel suo complesso, dallo start fino alle operazioni di soccorso e di recupero del veicolo di Guanyu Zhou. Una prassi normale per ogni incidente ritenuto grave.

Un elemento tenuto in forte considerazione è stata la performance della struttura Roll Bar primaria, quella staccatasi dalla monoposto al primo impatto col terreno come avevamo mostrato nella nostra analisi. Le risultanze dell’analisi sono le sequenti:

– La forma a punta della struttura dell’Alfa Romeo si è impuntata nell’asfalto, elemento che ha contribuito all’altissima forza orizzontale che ne ha causato il distaccamento.
– L’attuale regolamento prevede che i team possano omologare le loro strutture principali con forze agenti in un punto inferiore rispetto a quanto inteso. Questo può portare la struttura a resistere a forze inferiori rispetto a quelle intese in origine dal regolamento.
– Un aumento significativo della resistenza della struttura principale sarà implementato.

Per il 2023 questi sono i relativi cambiamenti tecnici:

– Sarà introdotto un cambio per imporre come requisito una struttura Roll bar principale arrotondata, che possa ridurre le possibilità che questa si impunti nel terreno durante un incidente.
– Sarà introdotto un cambio che assicuri un’altezza minima del punto di applicazione del test di omologazione.
– Verrà creato un nuovo test fisico di omologazione nel quale il carico spingerà la struttura principale in avanti.

Come obiettivo a medio termine, per il 2024, l’intenzione è quella di rivedere completamente il test della struttura principale, al fine di assicurarsi che le nuove monoposto possano resistere a carichi decisamente più intensi.

Immagine: ANSA