F1 | Anteprima mondiale 2023: Scuderia Ferrari

F1News
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
Coautore: Paolo Filisetti
1 Marzo 2023 - 14:30
Home  »  F1News

Segue l’anteprima del team Ferrari per il mondiale 2023 di F1

Anno di cambiamenti in casa Ferrari. Se la coppia di piloti resterà la stessa, composta da Charles Leclerc e Carlos Sainz, dopo un 2022 tra alti e bassi divisi equamente tra prima e seconda parte di stagione il team di Maranello ha deciso, dopo diverse settimane di voci ed indiscrezioni, di sostituire Mattia Binotto con Frédéric Vasseur nel ruolo di Team Principal. Il manager francese, proveniente da una lunga esperienza in Alfa Romeo, si ricongiunge con il pilota monegasco accettando di affrontare una sfida molto ardua: riportare in Emilia Romagna il titolo che manca dal 2007. Affidabilità e strategie i punti chiave da risolvere per essere competitivi per tutta un stagione e non solo per le prime gare. L’obiettivo è fissato dallo stesso Vasseur: il titolo mondiale.

Charles Leclerc è al via della sua quinta stagione con la Scuderia. Il pilota monegasco, dopo aver assaggiato la testa della classifica iridata all’inizio della scorsa stagione, parte puntando l’obiettivo più grande, il titolo mondiale, in un percorso iniziato all’interno del mondo Ferrari sin dalle categorie minori. Sulla sua maturità dal punto di vista velocistico non ci sono dubbi: a provarlo sono le nove pole position conquistate nella scorsa stagione.

Carlos Sainz sarà per il terzo anno il compagno di squadra di Leclerc. Nel 2022 lo spagnolo ha vissuto la sua stagione più importante dal punto di vista dei risultati, ottenendo dopo anni di attesa la prima pole position e la prima vittoria in occasione del GP di Gran Bretagna. L’ambientamento con la F1-75, soprattutto nella prima parte dello scorso anno, non è stato immediato. Per il 2023 l’obiettivo è quindi quello di trovarsi a suo agio dai primi chilometri con la SF-23 – cosa effettivamente emersa dai test – in modo da essere subito competitivo al via del campionato.

I test

La SF-23 ha completato 2256 km durante la tre giorni di test in Bahrain, con una differenza di 19 giri in favore di Carlos Sainz. L’unico problema di rilievo è stato con il DRS per quanto riguarda Charles Leclerc. Il monegasco e lo spagnolo hanno ottenuto rispettivamente la quarta e quinta posizione in termini di tempo nella classifica finale. Qualche piccola preoccupazione si è vista sul passo gara, specialmente sulle gomme medie, da verificare nel primo weekend di gara una volta analizzati tutti i dati a disposizione.

L’analisi di Paolo Filisetti

La SF-23 ha fatto vedere da vicino quanto i dettagli che si erano notati durante la presentazione rappresentino un elemento distintivo di questa monoposto, molto raffinata e con delle soluzioni che ben difficilmente potranno essere replicate nell’immediato. Anche la Ferrari ha puntato molto sulla dinamica del veicolo oltre che sull’aerodinamica. Una monoposto più efficiente, che genera minor drag in rettilineo e, anche se è stata solo provata brevemente, è quasi certo che o per questo GP o al più tardi per quello dell’Arabia Saudita ci sarà quell’ala posteriore monopilone vista per pochi giri nel corso dei test; questa completa un pacchetto aerodinamico estremamente efficiente, che ha dimostrato per ora di soffrire un degrado dei pneumatici elevato, soprattutto in quelli posteriori.

Vale la pena ricordare che quando Mercedes dominava uno dei parametri sempre critici di questa monoposto era il consumo dei pneumatici al retrotreno, sempre avvenuto anche negli anni in cui la monoposto di Brackley vinceva. Non è mai stata una monoposto gentile con le gomme e per contro avevamo sempre considerato negli anni passati che lo fosse la Ferrari, ma questo non rappresentava per forza un vantaggio competivivo. In teoria doveva esserlo per quanto riguarda gli stint di gara, ma poi non si è mai tramutato effettivamente in un’arma vincente. Se da un lato è giusto sottolineare che ci sia stato questo problema, dall’altro va ricordato che non verranno utilizzate tutte le mescole impiegate nei test ma solo tre, in più il carico generato dalla monoposto era decisamente elevato e non era quindi il consumo dei pneumatici causato da una carenza di grip indotto dalla deportanza.

La SF-23 è una vettura che deve dimostrare di avere in pista (soprattutto per quanto riguarda la gara) un passo paragonabile a quello della Red Bull ma che ha in ogni caso già dimostrato di essere una monoposto da cui si estraggono facilmente le performance.

Immagine: Media Ferrari

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#7 | GP EMILIA ROMAGNA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

17/19 maggio | Imola
Autodromo Enzo e Dino Ferrari | 63 Giri

#imolagp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Leclerc
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Leclerc
FP3: Sab 12:30-13:30
P1: Piastri
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: Diretta)

Pole: Verstappen

Leggi la Cronaca
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: Diretta)

Winner: Verstappen
P2: Norris
P3: Leclerc
Leggi la Cronaca

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)