F1 | Anteprima mondiale 2023: Red Bull Racing

F1News
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
Coautore: Paolo Filisetti
1 Marzo 2023 - 16:00
Home  »  F1News

Segue l’anteprima del team Red Bull per il mondiale 2023 di F1

I campioni del mondo in carica di Red Bull confermano sia la coppia al volante, composta dal due volte iridato Max Verstappen e da Sergio Pérez, che il nome di riferimento, Christian Horner, presente sin dall’arrivo del team austriaco in F1 nel 2005. Dopo aver conquistato il titolo piloti nel 2021, Red Bull ha fatto doppietta nel 2022 anche se ha perso, sul finire d’anno, il suo storico fondatore Dietrich Mateschitz. Nel 2023 sarà il team da battere.

Dopo aver conquistato il mondiale 2021 all’ultimo giro, in una battaglia infinita contro la Mercedes e Lewis Hamilton, ed aver dominato la stagione 2022 dopo un inizio in sordina, Max Verstappen è ora nel pieno delle consapevolezza delle sue capacità. Il due volte campione del mondo in carica, dopo aver conquistato anche il record di punti (454) e di gare vinte in una singola stagione, 15, spodestando in un colpo solo Michael Schumacher e Sebastian Vettel, ha davanti a sé la possibilità di allargare ulteriormente la sua bacheca.

Per Sergio Pérez questa sarà la terza stagione al fianco di Verstappen nel team austriaco, la tredicesima in Formula 1. Il pilota messicano, 33 anni, dopo un 2021 nel quale è risultato importantissimo per la vittoria del titolo da parte del compagno, nel 2022 ha sofferto maggiormente la differenza in termini di prestazioni con l’olandese. Pérez ha ottenuto il suo miglior risultato con il terzo posto nel mondiale piloti, ma resta l’amaro in bocca per non aver centrato proprio all’ultima gara la seconda posizione, andata poi a Charles Leclerc, che sembrava essere alla sua portata.

I test

La RB19 ha percorso un chilometraggio in linea con quello degli altri team, 2.235 km. Ma, soprattutto, dalla tre giorni di test in Bahrain ha dato l’impressione netta di essere la vettura da battere nel primo fine settimana di gara. Non tanto per il miglior giro della tre giorni di Pérez, ma per il passo gara che, a tratti, ha spaventato. La nuova monoposto non ha palesato problemi di affidabilità e ha macinato giri senza tentennamenti. Non che ci si potesse aspettare molto di diverso dall’erede della RB18, ma almeno dai test il nuovo gioiello di Adrian Newey ha impressionato per la gioia di Verstappen e Pérez.

L’analisi di Paolo Filisetti

La Red Bull RB19, rimasta un’incognita segreta fino al primo giorno di test in Bahrain, ha mostrato sia a livello visivo e poi a livello prestazionale di essere la vettura di riferimento. Una macchina che solo apparentemente sembra poco modificata a livello di muso e per quanto riguarda le fiancate, con un profilo più scavato inferiormente, ma che cela in vari punti il vero segreto della sua competitività, soprattutto nella zona del fondo davanti alle ruote posteriori, dove si unisce il diffusore ai canali venturi sottostanti.

Una competitività garantita anche per quanto riguarda le sospensioni, soprattutto quella anteriore che stupisce per quanto riguarda la posizione dei bracci del triangolo superiore, estremamente inclinati, con dei punti di attacco ad altezza profondamente diversa tra il braccio anteriore e posteriore e che dà quindi un effetto antidive, di antiaffondamento dell’avantreno molto elevato costituendo sicuramente uno degli elementi che ha garantito equilibrio dinamico a questa vettura.

Una monoposto che, senza dei grossi stravolgimenti, nasconde tanti segreti, immediatamente notati nelle prestazioni e nel passo che ha mostrato in tutta la sessione di test prima del GP. Sappiamo bene che un conto è una sessione di test, l’altro il weekend di un GP, ma non considerarla la favorita d’ufficio sarebbe un grandissimo errore.

Immagine: Media Red Bull

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#10 | GP SPAGNA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

21/23 giugno | Barcellona
Circuit de Catalunya | 66 Giri

#spanishgp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Norris
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Hamilton
FP3: Sab 12:30-13:30
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: Sab 18:30)
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: Dom 18:00)

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live