F1 | Anteprima mondiale 2023: Aston Martin

F1News
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
Coautore: Paolo Filisetti
28 Febbraio 2023 - 18:30
Home  »  F1News

Segue l’anteprima del team Aston Martin per il mondiale 2023 di F1

Il ritiro di Sebastian Vettel, dopo due anni di permanenza, ha lasciato vuoto un sedile in Aston Martin. Il team britannico, guidato dal magnate Lawrence Stroll e dal Team Principal Mike Krack, ha così colto la possibilità di ingaggiare il due volte campione Fernando Alonso, che eredita così il sedile dal suo nemico di tante battaglie. Per Alonso si tratta dell’ennesimo nuovo inizio della sua carriera dopo tre avventure in Renault/Alpine, due in McLaren, una in Minardi ed una in Ferrari. Al suo fianco ci sarà, come di consueto, il confermato Lance Stroll, punto fisso del team “di famiglia”.

Proprio Stroll è il punto di domanda del weekend che darà il via al mondiale. Il canadese si è infortunato ad un polso e ha dovuto operarsi, lasciando il suo posto durante i test a Felipe Drugovich. Il brasiliano è il primo indiziato a rilevare il sedile nel caso in cui Stroll non dovesse farcela: di certo non è un buon inizio di stagione per lui. Quando tornerà dovrà, infatti, prendere confidenza con la nuova monoposto direttamente durante i weekend di gara, cercando di recuperare il tempo perso durante la tre giorni di prove collettive.

Fernando Alonso è carico, come sempre. Il due volte campione del mondo ha abbracciato con entusiasmo la sua nuova avventura e, dopo dei test positivi, non vede l’ora di scoprire quanto è grande il salto fatto dalla AMR23 rispetto alla vettura della scorsa stagione. In prossimità dei 42 anni lo spagnolo non ha intenzione di mollare, un esempio di tenacia e passione per questo sport invidiabile.

I test

L’assenza forzata di Stroll ha portato il team a rivedere i piani per i test del Bahrain. Felipe Drugovich ha sostituito il canadese, ma il grosso del lavoro è stato svolto da Fernando Alonso che ha girato in tutte e tre le giornate e, nella seconda, senza alternarsi con il compagno di test. Sui 2.100 chilometri completati dalla AMR23 oltre 1.450 sono stati percorsi dall’asturiano, alla ricerca della massima confidenza in una monoposto che pare un netto salto in avanti rispetto alla vettura 2022, soprattutto in termini di passo gara.

L’analisi di Paolo Filisetti

L’Aston Martin AMR23 è una monoposto che colpisce perché se la paragoniamo a quella dello scorso anno, questa non aveva impressionato all’inizio e neanche tanto nel corso della stagione, nonostante il profondo sviluppo che aveva coinvolto le fiancate a partire dal GP di Spagna, modificate secondo quella che era l’aspetto delle fiancate spioventi di chiara ispirazione Red Bull; anche se abbiamo più volte precisato che questo sviluppo è stato previsto dagli ingegneri del team di Silverstone e che quindi seguiva una logica originale e non di copiatura. La nuova monoposto sembra avere dei contenuti più profondi, sostanziali rispetto alla vettura che l’ha preceduta, non solo a livello aerodinamico.

Se osserviamo la sospensione anteriore, rimasta come schema push rod, il triangolo superiore è posto nella stessa angolazione dei punti d’attacco di quello della Red Bull, con un effetto antidive, antiaffondamento del muso, molto forte, che consente un maggiore controllo delle altezze da terra nelle fasi di accelerazione e soprattutto frenata della vettura. Insomma, la AMR23 dà l’idea che ci siano dei contenuti mixati tra aerodinamica e dinamica del veicolo ben mescolati tra di loro e che quindi quanto si è visto in Bahrain possa essere realmente indicativo di una buona performance nel corso dell’intera stagione. L’impressione è che possa essere più efficace della Mercedes stessa, nonostante ne condivida tutto il retrotreno tra trasmissione e sospensione oltre che la Power Unit.

Immagine: Media Aston Martin

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#7 | GP EMILIA ROMAGNA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

17/19 maggio | Imola
Autodromo Enzo e Dino Ferrari | 63 Giri

#imolagp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Leclerc
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Leclerc
FP3: Sab 12:30-13:30
P1: Piastri
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: Diretta)

Pole: Verstappen

Leggi la Cronaca
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: Diretta)

Winner: Verstappen
P2: Norris
P3: Leclerc
Leggi la Cronaca

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)