F1 | Anteprima mondiale 2022, McLaren

Segue l’anteprima del team McLaren per il mondiale 2022 di F1

Quelli del team McLaren non sono stati sicuramente i test migliori dell’ultimo periodo. Tra problemi tecnici ed esterni, infatti, la seconda settimana di test sarebbe potuta essere decisamente migliore.

Ma andiamo con ordine. Con una presentazione “multicategoria” in cui sono state svelate anche le nuove vetture di IndyCar e Extreme E, il team di Woking ha mostrato al pubblico la nuova MCL36 di Daniel Ricciardo e Lando Norris.

Una monoposto il cui obiettivo è quello di riprendersi il terzo posto nel mondiale costruttori avvicinandosi anche, se possibile, a Red Bull e Mercedes.

I test invernali, però, hanno leggermente raffreddato la positività della McLaren, soprattutto nella seconda sessione di test svolti in Bahrain. Prima di tutto il team ha dovuto far fronte con la sfortunata situazione di Daniel Ricciardo, costretto a restare fermo a causa del Covid-19. L’australiano ha saltato tutta la seconda tre giorni lasciando al solo Lando Norris il compito di girare in pista, con un chilometraggio evidentemente inferiore rispetto a quello ottenuto a Barcellona.

Oltre a questo, ci si sono messi anche i guai tecnici a rallentare il programma di lavoro della MCL36. Un problema ai freni anteriori che rendeva impraticabile le simulazioni di gara ha reso necessaria una spedizione urgente dall’Inghilterra con nuove parti da montare, giunte in tempo per la terza giornata.

Per tutto questo, ai 1.716 km percorsi a Barcellona se ne sono aggiunti solo 1.072 in Bahrain, tutti opera dell’inglese. Una situazione sicuramente non positiva alla quale si dovrà far fronte tra pochi giorni per l’inizio del mondiale.

Per Ricciardo, dopo le difficoltà avute nel 2021 ad entrare in sintonia con la MCL35M, non ci voleva un altro intoppo. A conti fatti l’australiano ha girato per una sola giornata e mezza con una monoposto completamente e questo, inevitabilmente, si farà sentire nel momento in cui ci sarà da spingere, costringendolo ad un apprendimento rapido e già in mezzo al gruppo. Ovviamente si tratta di situazioni che non si possono controllare, ma questo colpo di sfortuna sarebbe sicuramente stato meglio evitarlo soprattutto in questa fase. Per Daniel il 2022 potrebbe essere decisivo: nonostante la vittoria di Monza del 2021, quest’anno dovrà tentare di essere da subito al livello del compagno per restare in fiducia anche in ottica futura.

F1 | Anteprima mondiale 2022, Alpine

Lando Norris è il pilota che ha girato di più nei test del Bahrain, nonostante il rallentamento dovuto ai problemi ai freni anteriori. L’inglese avrà sicuramente un vantaggio di esperienza sul compagno di squadra in termini di confidenza con la MCL36. L’obiettivo per il 2022 non può che essere quello di sfatare il tabù vittoria dopo i quattro podi della scorsa stagione e l’occasione mancata in Russia a poche tornate dal termine.

Come detto, l’obiettivo McLaren non può che essere quello di puntare più in alto. Dopo aver perso la sfida con Ferrari per il terzo posto costruttori, serve un balzo in avanti per riprendersi la posizione persa e, magari, dar fastidio a chi ha comandato le ultime stagioni. Staremo a vedere.

Immagine: Media McLaren

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS