F1 | Alfa Romeo Racing conferma Antonio Giovinazzi per il 2020

F1
Alfa Romeo Racing conferma Antonio Giovinazzi per il 2020

Il pilota italiano correrà nel team di proprietà della Sauber per un'altra stagione di 04 Novembre 2019, 16:05

Alfa Romeo Racing ha confermato poco fa l'estensione del contratto di Antonio Giovinazzi per la stagione 2020 di F1. Il pilota pugliese, vice-campione di GP2 nel 2016, dopo un inizio stagionale decisamente difficile è riuscito a risalire la corrente nelle ultime gare, arrivando al livello prestazionale del compagno Kimi Räikkönen e convincendo la scuderia svizzera a confermarlo sul sedile "gestito" dalla Ferrari Driver Academy.

Giovinazzi, nel suo primo anno da pilota di F1 full-time, ha raccolto tre top ten in qualifica (Cina, Francia e Austria) e altrettante in gara (Austria, Italia e Singapore). Nonostante il confronto in qualifica con Räikkönen si sia notevolmente appianato nelle ultime gare, la classifica di campionato vede il pilota italiano in notevole ritardo rispetto a Räikkönen, con quattro punti contro i 31 del finlandese, complice anche l'inizio stagionale poco competitivo di cui sopra. Un'altra ottima occasione per raccogliere punti è sfumata in Belgio, con l'incidente del penultimo giro a Pouhon mentre si trovava nono.

"Sono veramente felice di restare all'interno del team per il 2020", ha detto Giovinazzi. "Sono grato per il grande livello di supporto che ho ricevuto nel mio primo anno di F1: tutti all'interno del team sono stati al mio fianco sin da quando sono arrivato e non vedo l'ora di proseguire questo viaggio insieme. Abbiamo imparato tante cose quest'anno e credo che si possa compiere un grande salto in avanti l'anno prossimo. Non sarò più un rookie, quindi non ci saranno più scuse: dovrò essere competitivo sin dall'inizio per ripagare la fiducia che il team ha riposto in me".

Queste le parole del team principal, Frédéric Vasseur: "Antonio ha fatto ottime cose quest'anno e ho il piacere di poter dire che rimarrà con Alfa Romeo Racing nel 2020. Il modo in cui si è integrato all'interno del team e il suo costante miglioramento nel corso della sua prima stagione sono davvero promettenti in vista dell'anno prossimo, perché confidiamo di vederlo nel pieno del suo potenziale. Antonio ha mostrato di essere un pilota molto veloce, arrivando al livello di Kimi, e ci aspettiamo che possa migliorare ulteriormente con l'aumentare dell'esperienza. Le sue capacità tecniche, l'etica del lavoro e l'approccio positivo ci aiuteranno a migliorare ancora il nostro team, oltre alla consistenza data dalla conferma in blocco della nostra line-up".

Si chiude quindi un'altra porta per Nico Hülkenberg, dato in partenza verso il DTM (con BMW) secondo i rumors emersi ad Austin, smentiti tuttavia dallo stesso pilota tedesco su Twitter.



Condividi