F1 | Alexander Albon affiancherà Max Verstappen in Red Bull nel 2020

F1
Alexander Albon affiancherà Max Verstappen in Red Bull nel 2020

L'anglo-thailandese ha convinto Helmut Marko e Chris Horner di 12 Novembre 2019, 13:08

Alexander Albon affiancherà Max Verstappen, stavolta a tempo pieno, anche nella stagione 2020. L'annuncio ufficiale della Red Bull è giunto in mattinata e va a premiare il pilota anglo-thailandese, che aveva debuttato nel Mondiale in Australia con la Toro Rosso, venendo poi promosso nella Casa Madre prima del Gran Premio del Belgio, in uno scambio di sedili con Pierre Gasly, retrocesso nel team faentino.

Dopo aver racimolato 16 punti in 12 gare con la Toro Rosso, entrando in top-10 già al secondo appuntamento in Bahrain (9°), cogliendo come miglior risultato in gara un ottimo 6° posto nella pazza domenica di Hockenheim ed entrando due volte in Q3 al sabato (9° a Silverstone e 10° a Monaco), è chiaramente con la Red Bull che Albon si è maggiormente distinto, mostrando una costanza rimarchevole, oltre a migliorare passo dopo passo il feeling con la RB15.

Il 23enne londinese ha all'attivo una striscia positiva di nove gare nei punti, con un personal best a Suzuka (4°), giungendo in top-5 anche a Spa, Sochi e nelle ultime due uscite a Città del Messico e ad Austin. Con la Red Bull sono arrivati 68 punti, portando il bottino complessivo ad 84, che al momento valgono ad Albon il 6° posto in classifica. Per quanto riguarda la qualifica, il #23 si piazza ormai con costanza in terza fila, con il miglior risultato arrivato in Messico (5°).

Così nel comunicato del team di Milton Keynes: "Dopo aver debuttato in Formula 1 con la Scuderia Toro Rosso nel Gran Premio d'Australia di quest'anno, le prestazioni di Alex nel corso della prima metà di stagione 2019 gli sono valse la promozione, nel mese di Agosto, con l'Aston Martin Red Bull Racing, come compagno di squadra del sette volte vincitore di GP Max Verstappen. Sin dal suo debutto in squadra nel Gran Premio del Belgio, Alex ha impressionato per il suo approccio in tutte le aree, totalizzando 68 punti e finendo nei primi sei tutte le gare disputate con il team".

Queste le parole del diretto interessato: "Sono entusiasta di correre assieme a Max anche il prossimo anno e mi ritengo davvero fortunato ad aver avuto questa opportunità. Sono estremamente grato alla Red Bull, che si è fidata di me e delle mie qualità, credendo nei miei risultati sin da quando sono entrato nel team. Per loro, avermi in macchina è un grande affare. Questo mio primo anno in Formula 1 è stato incredibile ed avere la chiamata della Red Bull a metà stagione un grande passo in avanti. Non vedo l'ora di usare quanto imparato finora per migliorare e per combattere nelle prime posizioni nel 2020".

Chris Horner, team principal Red Bull: "Alex ha fatto molto bene sin dal suo debutto con il team in Belgio e i suoi risultati, sette arrivi nei primi sei, parlano per lui. È estremamente complicato negare quel livello di costanza e ciò, assieme ad una crescente reputazione da pilota molto tenace e fortemente calato nel suo lavoro, porta a dire che Alex abbia pienamente meritato i suoi progressi con la Red Bull. Crediamo che con lui ci sia ancora tanto potenziale da sbloccare e non vediamo l'ora di vederlo di fianco a Max nel 2020".

Foto da: Red Bull Racing.



Condividi