F1 | Abbandonata l’idea paraspruzzi anti pioggia dalla FIA. Si dovranno cercare altre soluzioni

F1 | Abbandonata l’idea paraspruzzi anti pioggia dalla FIA. Si dovranno cercare altre soluzioni

F1News
Tempo di lettura: 2 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
23 Maggio 2024 - 16:55
Home  »  F1News

Il problema della pioggia continua a preoccupare. Al momento sono due le soluzioni scartate. Ma c’è una soluzione?

La FIA ha deciso di abbandonare l’idea di implementare le carenature delle ruote testate a Fiorano con Ferrari per ovviare al problema dello spray durante le gare bagnate.

Si tratta già della seconda soluzione scartata dopo quella delle paratie poste alle spalle delle ruote posteriori provate a Silverstone l’anno scorso.

Nel caso di Fiorano, come da immagine di copertina, sono state testate due soluzioni diverse di carenature, una completamente chiusa ed una semi aperta lateralmente.

In entrambi i casi, come visibile anche dai video, questa soluzione non ha portato i benefici sperati. Anche i piloti che hanno condotto il test, Oliver Bearman e Arthur Leclerc, non hanno trovato netti miglioramenti rispetto al non montare le carenature.

Nikolas Tombazis ha spiegato che quella della carenatura completa delle ruote è stata la soluzione più estrema provata, al fine di capire quanto sarebbe stato il miglioramento effettivo, sempre tenendo in considerazione il fatto che gran parte dello spray deriva dal fondo – soprattutto ora in era di effetto suolo – oltre che dalle ruote.

L’esperimento ha chiarito che la soluzione delle carenature non merita ulteriori sviluppi in quanto non porta i vantaggi sperati. Già il test di Silverstone si era rivelato negativo, mentre in questo caso si è capito al 100% che questo tipo di soluzione non è perseguibile.

Tombazis ha anche ammesso che una delle idee considerate è quella di applicare una soluzione al diffusore delle monoposto, ma si tratta di un argomento molto delicato in quanto troppo alto il rischio di impedire la generazione di carico aerodinamico.

Ci sono anche altre soluzioni sul tavolo che, per ora, non sono state rese pubbliche. La domanda è però, se esiste davvero una soluzione adatta a ridurre lo spray sollevato dalle monoposto. Gli ultimi due grandi stravolgimenti tecnici, quello del 2017 e quello del 2022, hanno portato a gomme più larghe ed effetto suolo, che uniti generano ancora più spray per le monoposto che seguono. La sensazione è che il compito della FIA sia molto difficile.

Immagine: Christopher Minelli

Leggi anche

Il calendario completo del mondiale 2024

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

#13 | GP UNGHERIA
DATI E PREVIEW
INFO SESSIONI E RISULTATI

19/21 luglio | Budapest
Hungaroring | 70 Giri

#hungariangp

Mappa e Stats
LIBERE
FP1: Ven 13:30-14:30
P1: Sainz
FP2: Ven 17:00-18:00
P1: Norris
FP3: Sab 12:30-13:30
P1: Norris
QUALIFICHE
SKY: Sab 16:00-17:00
(TV8: 18:00)

Pole: Norris

Leggi la Cronaca
GARA
SKY: Dom 15:00
(TV8: 16:30)

Winner: Piastri
P2: Norris
P3: Hamilton
Leggi la Cronaca

Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live