EWC | Pubblicata la entry list provvisoria per Le Mans

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il FIM EWC si appresta a ripartire, con la 24 Heures Motos che si svolgerà il 29 e 30 agosto sullo storico tracciato Bugatti di Le Mans. Ieri è stata pubblicata una prima provvisoria entry list del secondo appuntamento della stagione 2019-2020.

Al momento sono 43 i team iscritti alla gara, che effettueranno una sessione di test il 26 agosto prima di prendere parte all’evento, che si disputerà a porte chiuse.

Tutti i migliori team del Mondiale Endurance saranno presenti in pista con Suzuki SERT, leader di classifica, che correrà con Xavier Simeon, Gregg Black ed Etienne Masson.

BMW Motorrad World Endurance, attualmente seconda in classifica, si presenterà a Le Mans con Kenny Foray, Ilya Mikhalchik e Markus Reiterberger, mentre il Wójcik Racing Team schiererà Broc Parkes, Gino Rea e Axel Maurin.

Yamaha YART affiderà la R1 #7 ai soliti Niccolò Canepa, Marvin Fritz e Karel Hanika, mentre F.C.C. TSR Honda affiderà la nuova Honda CBR1000RR-R a Josh Hook, Freddy Foray e Mike di Meglio.

Il team campione in carica Webike SRC Kawasaki France Trickstar affiderà la propria moto a Jérémy Guarnoni, Erwan Nigon e David Checa; inoltre potranno contare sul supporto di Michelin, nuovo fornitore di pneumatici dopo l’abbandono di Pirelli.

Randy De Puniet sarà nuovamente al via in sella alla Ducati Panigale V4 R del team ERC Endurance, affiancando Louis Rossi e Julien da Costa. Anche il team tedesco si affiderà a Michelin.

Di seguito le parole di François Ribeiro, capo di Eurosport Events: “La qualità della 24 Heures Motos promette di offrire agli spettatori televisivi una gara piena di azione da guardare. Eurosport Events e ACO hanno lavorato fianco a fianco per trasportare i nostri fan nel cuore dell’azione in pista nonostante il circuito Bugatti fosse vietato al pubblico. Il nostro gruppo principale di squadre permanenti ha resistito all’impatto finanziario della crisi di Covid-19, ma il periodo di blocco ha teso le finanze di sponsor e rivenditori che supportano squadre indipendenti. Una 24H Motos a porte chiuse ha reso più difficile per le squadre stabilire partnership. Quattro delle nostre squadre permanenti non saranno a Le Mans, anche se due hanno in programma di tornare per il Bol d’Or, dove le restrizioni sull’accesso del pubblico potrebbero essere parzialmente revocate se le future decisioni del governo renderanno tutto possibile”.

Pierre Fillon, presidente dell’ACO (Automobile Club de l’Ouest): “L’attuale crisi ha colpito duramente i nostri concorrenti e ha inciso sui loro budget per la stagione. Noi di ACO e i nostri partner abbiamo ritenuto fondamentale andare avanti con l’edizione di quest’anno, che ancora una volta promette di essere una gara elettrizzante, anche se si terrà a porte chiuse. Abbiamo una griglia di prim’ordine. Tutto è pronto per portare questa 43esima edizione al maggior numero possibile di fan”.

Jorge Viegas, presidente della FIM: “A nome della FIM vorrei ringraziare ACO ed Eurosport Events per gli sforzi che hanno fatto per garantire che la 24 Heures Motos anche senza spettatori sarà un vero spettacolo e anche per assicurare a tutti i fan la qualità dello spettacolo ed il fatto che questo storico evento tornerà, per la loro passione, nel 2021, più forte che mai”.

Immagini: fimewc.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

EWC | Pubblicata la entry list provvisoria per Le Mans 2
Leonardo Pignalosa
Ho cominciato a seguire il Motorsport nel 2014, prima con F1 e MotoGP, poi con tutto il resto. Sono incredibilmente appassionato che seguo tantissimi campionati mondiali e nazionali. Da un paio d'anni ho anche la passione per la fotografia ed il giornalismo sportivo, chiaramente legato al Motorsport.

ALTRI DALL'AUTORE