Matomo

ELMS | Richard Mille schiera in LMP2 il primo equipaggio tutto femminile

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ai 39 equipaggi già confermati per la stagione 2020 dell’European Le Mans Series si aggiunge anche il Richard Mille Racing. Il nuovo team francese disputerà la categoria LMP2, aperta esclusivamente a squadre private, con una Oreca-Gibson gestita dall’esperta Signatech di Philippe Sinaut, gomme Michelin e un equipaggio unico nel suo genere. Per la prima volta, infatti, al via di una gara LMP2 vi sarà una squadra composta esclusivamente da piloti del gentil sesso, rappresentazione di un traguardo importante per il motorsport e per lo sport in generale.

Richard Mille non scende in ogni caso a compromessi o rinunce: Sophia Flörsch, Katherine Legge e Tatiana Calderón formano un trio di tutto rispetto, con la possibilità di potersi togliere qualche soddisfazione durante il prosieguo della stagione; un obiettivo già dichiarato dal team è quello di partecipare alla prestigiosa 24 ore di Le Mans, senza dimenticarsi dell’impegno primario nell’ELMS.

Con parziale sorpresa, dopo aver già effettuato dei test in Bahrain qualche mese fa, la Flörsch cambia rotta e passa dalle formula all’endurance. La chiusura delle porte nel team amico HWA in Formula 3 ha probabilmente influito in questa scelta, considerando poi difficile un possibile ritorno in Formula Regional o addirittura una stagione in Euroformula Open. Non è comunque detto che la carriera della tedesca nelle ruote scoperte sia finita; nel frattempo avrà modo di maturare ulteriore esperienza in pista e di mostrare tutto il suo talento e la sua grinta.

Katherine Legge svolgerà il ruolo di “capitana” del team, forte della sua esperienza passata in campionati quali Indycar, DTM ed IMSA solo per citarne alcuni. L’inglese ha praticamente guidato ovunque, dai test con la Minardi nel lontano 2005 alle gare in Champ Car fra il 2006 ed il 2007, al DTM con l’Audi e alla Indycar con il Team Dragon nel 2012. Dal 2017 ha corso invece nell’IMSA con un’Acura GT3 del Team Michael Shank, terminando al 2° posto nella sua classe nella 24 ore di Daytona del 2018.

Tatiana Calderón viene invece dalla recente esperienza in Formula 2 con il team Arden, una stagione di difficile apprendistato. Quest’anno, oltre all’impegno nell’ELMS, continuerà a correre anche con le ruote scoperte, in SuperFormula con il ThreeBond Drago Corse. Test driver per la Sauber, Calderón avrà un’occasione per migliorare e chissà, esprimersi maggiormente in una nuova categoria.

Il team cercherà durante la stagione di prendere le misure con tutto ciò che caratterizza le gare di durata, dalla gestione gomme al consumo del carburante, facendo tesoro dell’esperienza accumulata per puntare sempre più alle zone alte della classifica. La stagione inizierà a Barcellona, dove il 31 di marzo si svolgeranno i primi test ufficiali ed il 5 aprile la prima gara. Si proseguirà a Monza il 10 maggio, al Paul Ricard il 19 luglio, a Silverstone il 6 settembre, nell’iconica Spa il 20 settembre e per finire il 18 ottobre a Portimao.

Immagine copertina: Sophia Floersch Twitter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Indycar | GP St.Petersburg 2020, Hinchcliffe: “Sono devastato per l’intera squadra”

Seguono le dichiarazioni James Hinchcliffe (Andretti) al termine del GP di St.Petersburg 2020 JAMES HINCHCLIFFE (P14 - #26...
ELMS | Richard Mille schiera in LMP2 il primo equipaggio tutto femminile 1
Lorenzo Esposito
Appassionato di motorsport fin da piccolo, cresciuto con i v8 e convivente con i v6. La mia nostalgia è colmata dall’Indycar, che adoro tutt’oggi, di cui mi occupo qui fra un compito e una gara su iRacing. Cerco di star positivo e non mollare mai

ALTRI DALL'AUTORE