E intanto il povero Pedrosa...

SEVEN
E intanto il povero Pedrosa...

di 27 Ottobre 2015, 14:00
Alessandro Secchi

C'è un piccolo grande uomo che (non) emerge dal casino della Malesia. Il suo nome è Dani Pedrosa, per chi non lo sapesse corre in MotoGP con il team Honda, è compagno di Marc Marquez e per chi ancora non se ne fosse accorto domenica ha vinto la gara davanti a Lorenzo e Rossi.

No, perché in tutto il macello mediatico che stiamo vivendo in questi giorni e che ci porteremo dietro fino a Valencia, è mortificante dover notare che il vero vincitore di questa domenica è stato completamente snobbato dall'opinione pubblica. Fa sorridere il fatto che una volta che Dani si porta a casa un bel 25 in classifica, viene completamente sommerso da uno tsunami di polemiche che non lo riguardano ma ne offuscano il risultato.

Attenzione: Pedrosa non è solo il vincitore materiale del Gran Premio della Malesia, ma anche quello morale. Dei 'fantastici' quattro è indiscutibilmente il più signore, quello meno incline alle polemiche, quello che cerca sempre di stemperare gli animi. E anche domenica ne ha dato dimostrazione, tirandosi fuori da facili commenti che i giornalisti tentavano di estrargli dalla bocca con la pinza.

Mi spiace sinceramente che la sua fantastica e solitaria vittoria di Sepang non abbia avuto il risalto che merita, per un ragazzo che nonostante un numero di ossa originali ridotto...all'osso (è bruttissima, lo so) ha ancora voglia di vincere e dire la sua.

Tra l'altro vorrei ricordare che ad Aragon è stato lui a rubare punti a Rossi con un duello che ricordiamo sicuramente, eppure lì non mi è parso di sentire odi di scandalo, nè teorie complottistiche, nè altro. Semplicemente la lotta era stata genuina, senza esagerazioni particolari da entrambe le parti, e Dani ha meritato di arrivare davanti.

Chissà cosa ci riserva per Valencia. E se alla fine fosse lui la pedina decisiva?!

 


Condividi