DTM | Svelati format e calendario del 2023

DTM
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
9 Dicembre 2022 - 13:02
Home  »  DTM

Nulla cambierà a livello di programma dei weekend di gare; andranno in scena otto round con i campionati ADAC

A pochi giorni dalla sua acquisizione da parte dell’ADAC, il DTM inizia a vedere più chiaramente i fondamenti del suo futuro. Tramite una conferenza stampa nella giornata di ieri, il nuovo organizzatore del campionato tedesco ha svelato il format e il calendario della stagione 2023 ponendo le basi per un altro nuovo inizio della storica serie teutonica.

Il format, in realtà, non presenterà variazioni rispetto a quanto visto nel biennio 2021-2022. Il programma dei weekend del DTM vedrà sempre una duplice sessione di prove libere al venerdì, un turno di qualifiche con gara-1 al sabato e un altro turno di qualifiche con gara-2 alla domenica. Ogni vettura sarà guidata da un solo pilota ed entrambe le gare avranno un pit stop obbligatorio. A livello tecnico il Balance of Performance utilizzato sarà quello di SRO per le vetture GT3, il monogomma sarà Pirelli e in tema di sostenibilità si utilizzerà un carburante composto al 50% da sostanze rinnovabili, prodotto da Shell.

Il calendario 2023 rileverà quasi totalmente quello originariamente previsto per il GT Masters, con otto round concentrati principalmente su suolo tedesco. Debutto nel weekend del 28 maggio ad Oschersleben, seguito dal ritorno di Zandvoort il 24-25 giugno e quindi dalla novità (rispetto ai calendari ADAC) del Norisring nel secondo fine settimana di luglio. Sarà poi il turno di location storiche come Nürburgring (5-6 agosto) e Lausitzring (19-20 agosto), quindi il DTM farà il suo ritorno al Sachsenring dopo 21 anni nel weekend del 10 settembre. Gli appuntamenti decisivi saranno quello del 23-24 settembre al Red Bull-Ring e il gran finale del 21-22 ottobre a Hockenheim.

Il GT Masters resterà pressoché invariato nella sua conformazione, anche se dal 2023 sarà parte del nuovo campionato DTM Endurance con un calendario di sei o sette eventi in concomitanza con il DTM. L’ADAC sta concludendo un accordo con ACO per unire il GT Masters e la Prototype Cup Germany, campionato dedicato ai prototipi LMP3 già organizzato dal promoter tedesco, dando così vita ad una nuova serie basata su gare di durata. Il programma degli eventi sarà completato dal GT4 Germany, dal TCR Germany, dalla Porsche Carrera Cup Deutschland e dalla BMW M2 Cup Germany.

Queste le parole del presidente di ADAC Sport, Gerd Ennser: “Il DTM ha un grande prestigio internazionale e gode di un’eccellente reputazione oltreconfine, anche se il suo cuore risiede sempre in Germania. Il nostro principale obiettivo, sin dall’acquisizione dei diritti del campionato, è stato quello di garantire alle squadre un piano certo. Per stabilirlo, ci siamo voluti concentrare sul mercato principale del DTM. L’ADAC raccoglierà questa grande eredità e continuerà ad organizzare il DTM, mantenendo il suo appeal internazionale e il suo grande marchio impostosi sulla scena europea. Con una struttura sostenibile e orientata verso il futuro, stiamo ricreando una grande piattaforma su cui basare il motorsport tedesco”.

DTM | Svelati format e calendario del 2023

Immagine copertina: adac-motorsport.de

I Commenti sono chiusi.